NAVIGA IL SITO

ENI emette due obbligazioni ibride: le caratteristiche

di Redazione Lapenna del Web 4 mag 2021 ore 18:00 Le news sul tuo Smartphone

eni_20ENI ha comunicato di aver lanciato due emissioni obbligazionarie perpetue subordinate ibride del valore nominale complessivo di 2 miliardi di euro. I bond, acquistati da investitori istituzionali, sono stati collocati sul mercato degli Eurobond e hanno ricevuto ordini per più di 7 miliardi di euro, principalmente da Regno Unito, Francia, Germania e Italia.

Le obbligazioni potranno essere rimborsate in qualsiasi momento nei 3 mesi precedenti la relativa prima reset date e, successivamente, a ogni data di pagamento degli interessi.

La prima emissione perpetua subordinata ibrida dell’ammontare di un miliardo di euro ha un periodo di “non-call” di 6 anni, un prezzo di re-offer del 100% e una cedola annua del 2% fino alla prima data di reset prevista l’11 maggio 2027. La seconda emissione perpetua subordinata ibrida dell’ammontare di un miliardo di euro ha un periodo di “non-call” di 9 anni, un prezzo di re-offer del 99,607% e una cedola annua del 2,75% fino alla prima data di reset prevista l’11 maggio 2030.

Le due emissioni sono destinate a finanziare i futuri fabbisogni e a mantenere una struttura finanziaria equilibrata.

I prestiti saranno in un secondo momento quotati sul mercato regolamentato della borsa di Lussemburgo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: eni , bond eni