NAVIGA IL SITO

Eni, come gli analisti hanno accolto la scoperta del maxigiacimento

Eni ha annunciato nelle scorse ore di aver scoperto nel mar Mediterraneo, al largo dell’Egitto, un maxigiacimento supergiant di gas. Ecco tutte le reazioni degli analisti

di Mauro Introzzi 31 ago 2015 ore 16:18

Eni ha annunciato nelle scorse ore di aver scoperto nel mar Mediterraneo, al largo dell’Egitto, un maxigiacimento “supergiant” di gas. Il sito presenta un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas e un’estensione di circa 100 chilometri quadrati. Numeri che lo fanno diventare la più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel mar Mediterraneo e che lo candidano a diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale.

Secondo quanto indicato da Khaled Abdel Badie, responsabile della compagnia petrolifera di stato egiziana Egyptian Natural Gas Holding Company la somma che Eni dovrebbe investire inizialmente per il giacimento sarà di 3,5 miliardi di dollari. L’investimento totale dovrebbe invece arrivare a 7 miliardi di dollari.

Immediata la reazione – positiva – dei mercati, che in un giorno negativo premiano la società con un rialzo
. Ma la notizia è stata ben accolta anche dagli analisti.

Per Banca Akros, che ha confermato il suo “buy”
(acquistare) con un target price di 20 euro, quella di Eni è una scoperta straordinaria, a conferma delle abilità di ricerca del gruppo.

Per Bank of America-Merrill Lynch, che consiglia di comprare (“buy”)
il titolo con un prezzo obiettivo a 20 euro, la scoperta potrebbe valere tra i 2 e i 5 miliardi di dollari. Valori che rappresenterebbero fino al 7% della capitalizazione del gruppo.

Rating “buy” confermato anche per UBS che valuta Eni 19 euro
per azione. Per la banca elvetica il valore netto della scoperta per Eni potrebbe essere pari prudenzialmente ad almeno 3 miliardi di dollari.

Equita Sim, che ha ricordato che lo scorso marzo il cane a sei zampe ha firmato un accordo con il governo egiziano per lo sviluppo delle risorse petrolifere che prevedeva investimenti pari a 5 miliardi di dollari, ha confermato il suo “hold” (mantenere) con un target price di 17 euro.

Mediobanca ha invece confermato il suo giudizio “neutrale”
con target price a 16,9 euro.

Ancora positivo il giudizio di Raymond Jamese, che ha confermato il suo “outperform” (farà meglio del mercato) ma il suo target è stato tagliato da 18 a 16,50 euro.

Poco favorevole il giudizio di Oddo Securities, che ha confermato il suo con un “reduce” (ridurre le posizioni) con un target price pari a 15,50 euro.

 

Tutte le ultime su: eni
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »