NAVIGA IL SITO

Enel: su ricavi, giù margine operativo lordo e debito

Il colosso elettrico ha diffuso i dati preliminari relativi all'intero 2012. Bene il giro d'affari e l'indebitamento finanziario netto, sceso di 1,7 miliardi nell'esercizio

di Mauro Introzzi 5 feb 2013 ore 15:31
In attesa del prossimo 12 marzo, data in cui comunicherà i dati definitivi e l'ammontare del dividendo (Dividendi 2013: le stime del consensus) il colosso elettrico ha diffuso i dati preliminari relativi all'intero 2012. L'esercizio si è chiuso con ricavi pari a 84,9 miliardi di euro, in crescita del 6,8% rispetto ai 79,5 miliardi di euro del 2011. Il giro d'affari è migliorato grazie "ai maggiori ricavi da vendita e trasporto di energia elettrica, da trading di combustibili e da vendita di gas ai clienti finali".
Il margine operativo lordo ha toccato i 16,7 miliardi di euro, in diminuzione del 5,1% rispetto ai 17,6 miliardi di euro del 2011 per effetto essenzialmente della riduzione del margine di generazione in Italia e della variazione del perimetro di consolidamento conseguente alle cessioni effettuate nei due esercizi di riferimento, solo parzialmente compensati dal buon andamento delle Divisioni Mercato, Energie Rinnovabili e Internazionale. 
L'indebitamento finanziario netto, a fine 2012, è pari a 42,9 miliardi di euro, in diminuzione di circa 1,7 miliardi di euro rispetto ai 44,6 miliardi di euro registrati alla fine del 2011.

I dati comunicati sono migliori delle attese, sia sotto il profilo del margine operativo lordo (atteso a 16,55 miliardi di euro) sia in termini di debito, previsto a quota 43,3 miliardi di euro.



Tutte le ultime su: enel , bilanci 2012
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.