NAVIGA IL SITO

Enel rifinanzia bond ibridi

di Redazione Lapenna del Web 2 set 2020 ore 07:32 Le news sul tuo Smartphone

enel-logo-marchioEnel ha comunicato di avere emesso un bond non convertibile subordinato ibrido perpetuo in euro rivolto a  investitori istituzionali per un controvalore di 600 milioni di euro. La domanda è stata pari a sei volte l'offerta, per un importo di 3,7 miliardi di euro.

Le obbligazioni avranno una cedola annuale pari al 2,25% fino al 10 marzo 2027; successivamente avranno un interesse pari al tasso Euro Mid Swap a 5 anni di più un margine di 267,9 punti base, incrementato di un ulteriore margine di 25 punti base dal 10 marzo 2032 e di ulteriori 75 punti base  dal 10 marzo 2047. La cedola fissa sarà pagata ogni anno nel mese di marzo, a partire da marzo 2021. Il valore di emissione è stato determinato al 99,262 e il rendimento effettivo iniziale sarà pari al 2,375%. La data di regolamento del nuovo bond è stata fissata per il 10 settembre 2020.

Enel ha inoltre reso noto di avere lanciato un'offerta volontaria non vincolante per riacquistare i bond in scadenza a settembre 2076 per un importo di 500 milioni di sterline (ISIN XS1014987355). Il periodo di offerta partirà il 1° settembre 2020 e si concluderà il 7 settembre 2020.

Enel ha ricordato che le operazioni sono in linea con la strategia finanziaria  delineata nel Piano Strategico 2020-2022, che prevede il rifinanziamento di 13,8 miliardi di euro di debito al 2022 anche attraverso il collocamento di bond ibridi.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enel , bond enel