NAVIGA IL SITO

Enel in altalena nel giorno del piano industriale

di Edoardo Fagnani 26 nov 2019 ore 17:37 Le news sul tuo Smartphone

enel-logo-marchioIn altalena Enel nel giorno della presentazione del piano strategico per il triennio 2020/2022. Il titolo del colosso elettrico ha registrato un rialzo dello 0,86% a 6,899 euro.

Il piano industriale di Enel prevede investimenti complessivi per 28,7 miliardi di euro, pari a un incremento dell’11% rispetto al piano precedente, che porteranno ad un EBITDA atteso di 20,1 miliardi di euro nel 2022 (+13% rispetto ai 17,8 miliardi previsti nel 2019). L’utile netto ordinario per il 2022 atteso a 6,1 miliardi di euro (+27% dai 4,8 miliardi previsti per il 2019), con il target per il 2021 in aumento di circa 200 milioni di euro rispetto al piano precedente. Il management di Enel ha anche ritoccato la politica dei dividendi per i prossimi esercizi. Nel dettaglio, il colosso elettrico continuerà a corrispondere, lungo l’arco di piano, un dividendo pari all’importo più elevato fra il 70% dell’utile netto ordinario consolidato e il dividendo per azione minimo garantito, con un tasso di crescita medio annuo dell'8,4% per il dividendo per azione implicito e del 7,7% per il dividendo per azione minimo. In particolare, il dividendo per azione minimo per il biennio 2020/2021 è stato aumentato di un centesimo ed è stato fissato rispettivamente a 0,35 euro e a 0,37 euro. Infine, Enel ha fissato un nuovo dividendo per azione minimo di 0,4 euro per azione nel 2022.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enel