NAVIGA IL SITO

Enel, le caratteristiche definitive del bond ibrido

I bond sono denominati in euro e in sterline inglesi per un controvalore complessivo pari a circa 1,7 miliardi di euro. I titoli hanno ricavuto richieste per complessivi 6,5 miliardi

di Edoardo Fagnani 4 set 2013 ore 09:19
Enel ha lanciato sul mercato internazionale un’emissione multi-tranche di prestiti obbligazionari non convertibili destinati a investitori istituzionali, sotto forma di titoli subordinati ibridi aventi una durata media di circa 60 anni. I bond sono denominati in euro e in sterline inglesi per un controvalore complessivo pari a circa 1,7 miliardi di euro. La domanda è stata sostenuta: i titoli hanno ricevuto richieste per complessivi 6,5 miliardi di euro.
Il colosso elettrico ha precisato che l'operazione si colloca nell’ambito delle azioni di rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo contemplate nel piano industriale presentato alla comunità finanziaria in data 13 marzo 2013.

L’operazione è strutturata in due tranche.
La fetta più consistente è quella denominata in euro ed è stata emessa per un ammontare di 1,25 miliardi. Il bond ha scadenza 10 gennaio 2074 ed è stato emesso a un prezzo di 98,956, con cedola fissa annuale del 6,50% fino alla prima data di rimborso anticipato prevista il 10 gennaio 2019. A partire da questa data e fino alla data di scadenza, il tasso applicato sarà pari all'Euro Swap Rate a 5 anni incrementato di un margine di  524,20 punti base e di un successivo aumento del tasso di interesse di 25 punti base a partire dal 10 gennaio 2024 e di ulteriori 75 punti base a partire dal 10 gennaio 2039.
La seconda tranche è stata emessa per un ammontare di 400 milioni di sterline. Questi bond hanno scadenza 10 settembre 2075 e sono stati emessi a un prezzo di 98,698, con cedola fissa annuale del 7,75% (oggetto di uno swap in euro a un tasso di circa il 7%) fino alla prima data di rimborso anticipato prevista il 10 settembre 2020. A partire da questa data e fino alla data di scadenza, il tasso applicato sarà pari al GBP Swap Rate a 5 anni incrementato di un margine di 566,2 punti base e di un successivo aumento del tasso di interesse di 25 punti base a partire dal 10 settembre 2025 e di ulteriori 75 punti base a partire dal 10 settembre 2040.

Enel ha precistato che, in considerazione delle relative caratteristiche di durata e subordinazione, ai due bond è stato assegnato un rating provvisorio pari a BB+ da parte di Standard & Poor’s, a Ba1 da parte di Moody’s e a BBB- da parte di Fitch.

Tutte le ultime su: bond enel , enel
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »