NAVIGA IL SITO

Enel, gli analisti apprezzano la cessione di SeverEnergia

Gli esperti di Intermonte hanno segnalato che l'operazione fuga i timori per un rallentamento del piano di dismissioni predisposto dal management. Indicazioni positive anche da Equita sim e Kepler

di Edoardo Fagnani 25 set 2013 ore 16:43
Giudizi positivi delle principali banche d’affari all’operazione annunciata ieri da Enel.
Il colosso elettrico, attraverso la controllata Enel Investment Holding, ha raggiunto un accordo con Itera, società interamente posseduta da Rosneft (operatore russo attivo nel settore petrolifero e del gas) per la vendita del 40% del capitale di Artic Russia. Quest'ultima possiede a sua volta una partecipazione del 49% in SeverEnergia, che equivale per Enel a una quota del 19,6% del capitale.
Il corrispettivo dell'operazione è stato determinato in 1,8 miliardi di dollari, che saranno versati in contanti al perfezionamento della cessione. L'esecuzione dell'accordo è soggetta all'approvazione delle competenti autorità antitrust e ad altre condizioni sospensive usuali, tra cui le rinunce da parte degli altri soggetti coinvolti nell'operazione.

Nel dettaglio, Equita sim ha incrementato da 3 euro a 3,3 euro il target price sul colosso elettrico, confermando l’indicazione di acquisto delle azioni. Secondo gli analisti, la cessione del 19,6% detenuto in SeverEnergia è avvenuta a un prezzo superiore alle aspettative.
Per lo stesso motivo, Kepler Cheuvreux, che ha alzato da 2,6 euro a 2,7 euro il prezzo obiettivo su Enel, ribadendo il rating “Hold” (mantenere).
Indicazione simile da Intermonte, che ha migliorato da 3 euro a 3,5 euro il prezzo obiettivo su Enel, confermando il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato). Gli esperti hanno segnalato che la cessione del 19,6% detenuto in SeverEnergia fuga i timori per un rallentamento del piano di dismissioni predisposto dal management.



Tutte le ultime su: enel , equita sim , kepler cheuvreux , intermonte
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.