NAVIGA IL SITO

Enel, ecco i dati (preliminari) del 2016

Il margine operativo lordo è stato migliore della stima indicata dal management lo scorso novembre. I vertici di Enel hanno confermato i target finanziari per il triennio 2017/2019

di Edoardo Fagnani 9 feb 2017 ore 14:44

Enel ha comunicato i risultati preliminari del 2016.

 

Il colosso elettrico ha chiuso l'esercizio con ricavi in calo a 70,6 miliardi di euro, il 6,7% in meno rispetto ai 75,7 miliardi ottenuti nell’anno precedente.

L'andamento del fatturato ha risentito dei minori ricavi da vendite di energia elettrica nei mercati maturi, della riduzione delle vendite di energia generata (per effetto anche del deconsolidamento della società slovacca Slovenské elektrárne, avvenuto nel mese di luglio 2016), delle minori attività di trading di energia elettrica, dei minori ricavi conseguenti alle tariffe di distribuzione applicate in Italia e dell’effetto cambi negativo, registrato in particolare nei paesi dell’America Latina.

 

enel-logoAl contrario, il margine operativo lordo è salito dell’1,3%, passando da 15 miliardi a 15,2 miliardi di euro, a seguito del maggior margine rilevato nella gran parte delle aree geografiche in cui Enel è presente, in particolare in America Latina (sia nella generazione che nella distribuzione e vendita di energia elettrica) e nei mercati maturi retail di Italia e Spagna. Il margine operativo lordo è stato migliore dei 15 miliardi di euro indicati dal management lo scorso novembre.

L’Ebitda inclusivo degli effetti delle operazioni straordinarie è pari a 15,3 miliardi di euro, rimanendo invariato rispetto all’esercizio precedente.

 

A fine 2016 l’indebitamento netto era salito a 37,6 miliardi di euro, risptto ai 37,5 miliardi di inizio anno.

Lo scostamento rispetto ai target presentati alla comunità finanziaria è dovuto alla significativa variazione dei tassi di cambio rilevata negli ultimi mesi del 2016, con particolare riferimento a dollaro e sterlina. Il target di indebitamento finanziario netto, pari a 37,2 miliardi di euro, era basato su assunzioni di cambio euro/dollaro pari a 1,08 e euro/sterlina pari a 0,88, a fronte di tassi di cambio effettivi euro/dollaro pari a 1,05 e euro/sterlina pari a 0,86.

 

Sulla base di questi risultati i vertici di Enel hanno confermato i target finanziari per il triennio 2017/2019.

In particolare, per l'esercizio in corso il management dell'azienda prevede un margine operativo lordo di 15,5 miliardi di euro e un utile netto di 3,6 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: enel
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.