NAVIGA IL SITO

Enel, un bond da 3 miliardi di dollari

di Mauro Introzzi 4 ott 2017 ore 08:14 Le news sul tuo Smartphone

enel-logoA Piazza Affari occhi puntati anche su Enel. La finanziaria del gruppo, Enel Finance International, ha lanciato sul mercato statunitense e sui mercati internazionali un’emissione obbligazionaria multi-tranche destinata ad investitori istituzionali per un totale di 3 miliardi di dollari USA, pari a un controvalore complessivo in euro di circa 2,5 miliardi. L’emissione, garantita da Enel, ha ricevuto richieste in esubero per circa 3 volte, totalizzando ordini per un ammontare pari a circa 9 miliardi di dollari USA.

L’operazione prevede diverse tranches:

  • 1.250 milioni di USD a tasso fisso 2,75% con scadenza 2023;
  • 1.250 milioni di USD a tasso fisso 3,5% con scadenza 2028;
  • un importo addizionale di 500 milioni di USD a valere sull’emissione EFI di maggio 2017 a tasso fisso 4.750% con scadenza 2047.

Alle tranches sopra indicate, in considerazione delle relative caratteristiche, è stato assegnato un rating provvisorio pari a BBB da parte di Standard & Poor’s, a Baa2 da parte di Moody’s e a BBB+ da parte di Fitch.
Il rating di Enel è BBB (positive) per Standard & Poor’s, Baa2 (stable) per Moody’s, BBB+ (stable) per Fitch.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enel , bond enel

Guide Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando sono possibili e come si danno

Le dimissioni per giusta causa consentono al lavoratore di risolvere immediatamente il rapporto di lavoro. Se ricorre giusta causa, il lavoratore può licenziarsi senza preavviso al datore di lavoro.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »