NAVIGA IL SITO

Edison apre centrale termoelettrica in Calabria

di La redazione di Soldionline 31 mag 2004 ore 15:50 Le news sul tuo Smartphone
Mentre i titoli Edison risultano in lieve ribasso a Piazza Affari (-0,35% a 1,42 euro), la società ha reso noto dell'avvio dei lavori per la costruzione di una centrale termoelettrica a Simeri Crichi (Catanzaro). Si tratta dell'avvio della seconda centrale nel territorio calabrese, la prima fu inaugurata ad Altomonte nel 2002. Ed e' anche la prima volta che una centrale Edison viene dotata di un impianto di dissalazione che permettera' all'agricoltura locale di attingere all'acqua marina destalinizzata migliorando la qualità degli approvvigionamenti idrici. La centrale, termoelettrica a ciclo combinato, già dal 2007 sarà in grado di produrre energia a costi competitivi per le aziende della regione e per il mercato libero che proprio in quell'anno si estendera' all'utenza privata. La centrale, che entrera' in funzione all'inizio del 2007, sarà un ciclo combinato alimentato a gas naturale da 800 MW di nuova generazione che consente di coniugare alta efficienza ed impatto ambientale ridottissimo. Questo impianto comporterà un investimento di 330 milioni di euro. L'alta efficienza (56,4%) consentirà di produrre più energia elettrica con minor combustibile e conseguente risparmio nell'uso di risorse (gas), minori emissioni nell'ambiente, minore costo dell'energia elettrica al consumatore. Il basso impatto ambientale deriverà dal limitato livello di emissioni. La centrale emetterà quantità di anidride carbonica (-40%) ed ossidi di azoto (-65%) nettamente inferiori a quelle degli impianti convenzionali. Non emetterà ossidi di zolfo e polveri.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.