NAVIGA IL SITO

La storia dei dividendi Telecom dal 2005

Nella sua politica dei dividendi la società telefonica, dopo le varie operazioni straordinarie di cui è stata protagonista, deve fare i conti ogni anno con il suo indebitamento

di Mauro Introzzi 4 mar 2014 ore 16:04
Il prossimo 6 marzo il consiglio di amministrazione di Telecom Italia approverà i conti dell'intero 2013. Con i risultati dell'intero esercizio passato sarà ufficializzata anche l'entità del dividendo 2014 di Telecom Italia. Secondo le stime il gruppo telefonico potrebbe riconfermare per le azioni ordinarie i 2 centesimi di euro per azione pagati come cedola nell'anno precedente (AGGIORNAMENTO: Telecom, dividendo solo alle risparmio).

LEGGI ANCHE: I dividendi 2014 di Borsa italiana

soldi2_3DIVIDENDI TELECOM: GLI STACCHI DAL 2005
La società telefonica, che dopo le varie operazioni straordinarie di cui è stata protagonista, deve fare i conti ogni anno con il suo indebitamento, ha sempre premiato i propri azionisti con dividendi importanti ma le cedole hanno sempre avuto una tendenza ad essere ridotte.
Di seguito la tabella dei dividendi, riferiti alle sole azioni ordinarie, a partire dal 2005. Gli esercizi precedenti non sono confrontabili con quelli riportati, visto che non comprendevano il contributo di Tim (prima una società a se stante e poi fusa per incorporazione). Esercizi meno recenti, poi, non comprenderebbero gli effetti della fusione con Olivetti.

Anno Dividendo Data pagamento
2005 € 0,140 27/04/2006
2006 € 0,140 26/04/2007
2007 € 0,080 24/04/2008
2008 € 0,050 23/04/2009
2009 € 0,050 27/05/2010
2010 € 0,058 21/04/2011
2011 € 0,043 24/05/2012
2012 € 0,020 25/05/2013
2013 --- ---


storia-dividendo-telecom
Grafico: entità dei dividendi Telecom Italia dal 2005 al 2012

LEGGI ANCHE - Un'analisi del dividendo di Eni negli ultimi 20 anni
LEGGI ANCHE - La storia dei dividendi di Enel dal 2000
LEGGI ANCHE - Unicredit: la storia dei dividendi dal 1994
Tutte le ultime su: dividendi , telecom italia
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.