NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Dividendi 2019: stime delle cedole dei maggiori titoli italiani

Dividendi 2019: stime delle cedole dei maggiori titoli italiani

Le stime di consensus sui dividendi 2019 per i titoli maggiori di Piazza Affari. Per la quasi totalità delle società si attende una cedola in rialzo

di Mauro Introzzi 7 gen 2019 ore 14:20

dividendi-2018-2Manca ancora del tempo al periodo in cui i titoli quotati a Piazza Affari diffonderanno i dati di bilancio relativi all'intero 2018. Così, per conoscere l'entità dello stacco dei dividendi 2019 delle società del FTSEMib - inizialmente proposto dai rispettivi consigli di amministrazione e poi eventualmente confermati dalle assemblee - bisognerà aspettare (almeno per i primi big in calendario) ancora almeno un paio di mesi.

Tuttavia non è così impossibile avere un'idea di massima di quanto il proprio titolo (o i propri titoli) staccherà (o staccheranno) come cedola 2019. Basta guardare a cosa prevede il consensus degli analisti.

 

Ecco - di seguito - le stime di consensus raccolte per voi da SoldiOnline.it per i titoli maggiori di Piazza Affari, mentre si attendono per gennaio alcuni acconti (Enel e Snam). Per la quasi totalità delle società si attende una cedola in rialzo. Tra gli altri dovrebbero aumentare il proprio dividendo 2019 Enel, Eni e Generali. Anche Fiat Chrysler Automobiles tornerà a distribuire una cedola. Il gruppo italoamericano ha poi in cassa circa 2 miliardi di euro rinvenuti dalla cessione di Magneti Marelli che saranno pagati agli azionisti FCA con un dividendo straordinario.

Qualcuno dovrebbe invece confermare il dividendo precedente, come potrebbero fare Campari, Leonardo, Luxottica o Saipem (che non ha distribuito e potrebbe non farlo ancora), mentre per qualche altra società il consensus prevede cedole in calo.

 

AGIORNAMENTO DELL'11 FEBBRAIO: creata la tabella dei dividendi 2019 del FTSEMib

 

Ecco la tabella del consensus dei dividendi 2019 dei principali titoli italiani:

Titolo Dividendo atteso 2019 Dividendo 2018 (precedente) Tendenza
A2A 0,07 0,0578 +
Atlantia 1,36 1,22 +
Azimut 1,08 2 -
BancoBPM n.d. Non ha distribuito n.d
Banca Generali 1,3 1,25 +
Banca Mediolanum 0,39 0,4 -
BPER Banca 0,15 0,11 +
Brembo 0,23 0,22 +
Buzzi Unicem 0,22 0,12 +
Campari 0,05 0,05 =
CNH Industrial 0,22 0,14 +
Enel 0,28 0,237 +
Eni 0,83 0,8 +
EXOR 0,37 0,35 +
FCA 0,23 (più dividendo straordinario dopo cessione Magneti Marelli)
Non ha distribuito +
Ferrari 1,04 0,71 +
FinecoBank 0,32 0,285 +
Generali 0,9 0,85 +
IntesaSanpaolo 0,2 0,203 -
Leonardo 0,14 0,14 =
Luxottica 1,01 1,01 =
Mediaset 0,09 Non ha distribuito +
Mediobanca 0,49 0,47 (novembre 2018) +
Moncler 0,33 0,28 +
Pirelli 0,17 Non ha distribuito +
Poste Italiane 0,44 0,42 +
Prysmian 0,45 0,43 +
Recordati 0,91 0,85 +
Saipem Non distribuirà Non ha distribuito =
Salvatore Ferragamo 0,37 0,38 -
Snam 0,22 0,2155 +
Telecom Italia 0,01 Non ha distribuito +
Terna 0,23 0,22 +
UBI Banca 0,13 0,11 +
Unicredit 0,36 0,32 +
Unipol 0,17 0,18 -
UnipolSAI 0,14 0,145 -
Tutti gli articoli su: dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile Continua »

da

ABCRisparmio

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »