NAVIGA IL SITO

Dividendi 2018, ecco gli stacchi del 14 maggio

Il focus resta sulle aziende appartenenti al segmento STAR, con l'aggiunta di diverse società dell'AIM Italia, in attesa dello stacco del 21 maggio

di Edoardo Fagnani 11 mag 2018 ore 18:08

Proseguono gli stacchi dei dividendi a Piazza Affari.

 

Il focus resta sulle aziende appartenenti al segmento STAR (con l'aggiunta di diverse società dell'AIM Italia), in attesa dello stacco più consistente in programma per lunedì 21 maggio.

In particolare, il 14 maggio saranno 13 i titoli che assegneranno il dividendo. 

Spicca la cedola di Banca Finnat, che al prezzo di chiusura dell'11 maggio garantisce un rendimento superiore al 6%. Generoso anche il dividendo staccato da Cover50 (società quotata all'AIM Italia).

 

LEGGI ANCHE: I dividendi 2018 della borsa italiana

 

Di seguito la tabella e i rispettivi rendimenti dei dividendi che saranno staccati il 14 maggio e che saranno pagati il 16 maggio:

 

SOCIETA' DIVIDENDO PREZZO L'11 MAGGIO RENDIMENTO
AVIO 0,38 15,94 2,38%
Banca Finnat 0,03 0,476 6,30%
Banco di Sardegna risp. 0,15 6,58 2,28%
Cairo Communication 0,1 3,7 2,70%
Credem 0,2 7,38 2,71%
Esprinet 0,135 4,385 3,08%
Falck Renewables 0,053 2,355 2,25%
Reno de Medici 0,0031 0,822 0,38%
Zignago Vetro 0,32 8,6 3,72%
Cover50 0,5 11,15 4,48%
Finlogic 0,1481 5,06 2,93%
Lucisano Media Group 0,05 2,28 2,19%
Rosetti Marino 0,5 35,8 1,40%

 

Tutte le ultime su: dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

La Carta del docente è uno strumento per spese di formazione e aggiornamento professionale degli insegnati di ruolo in istituzioni scolastiche pubbliche Continua »