NAVIGA IL SITO

Discreta partenza per le Borse: FTSEMib più 0,8%

di Edoardo Fagnani 13 mar 2012 ore 09:08 Le news sul tuo Smartphone
Piazza Affari e le principali borse europee iniziano la seduta odierna con gli indici in rialzo. Riflettori accesi sulle aste dei titoli italiani a breve termine. Le attenzioni degli operatori sono per il BOT con scadenza annuale.
Il FTSEMib registra un progresso dello 0,8%, mentre il FTSE Italia All Share guadagna lo 0,73%. Bene anche il FTSE Italia Mid Cap (+0,68%) e il FTSE Italia Star (+0,52%).
Wall Street senza direzione nella prima seduta della settimana. Il Dow Jones ha registrato un frazionale progresso dello 0,29% a 12.960 punti. Un minimo rialzo per l’S&P500 (+0,02% a 1.371 punti). Performance negativa, invece, per il Nasdaq, che ha ceduto lo 0,16% a 2.984 punti.
Seduta con pochi spunti per la Borsa di Tokyo. L’indice Nikkei ha terminato la giornata con un minimo rialzo dello 0,09% a 9.899 punti. Nessuna sorpresa dalla Bank of Japan, che ha deciso di non modificare i tassi di interesse.

IntesaSanpaolo sale dell'1,46% a 1,456 euro. Il numero uno dell’istituto, Enrico Cucchiani, non ha voluto commentare le indiscrezioni relative al dividendo e a eventuali maxisvalutazioni nel bilancio del 2011 che sarà approvato nei prossimi giorni. Secondo il manager, i numeri dell’istituto saranno “buoni”.
UBI Banca è in rialzo dello 0,96% a 3,56 euro. Il Sole24Ore ha riportato la notizia che l’istituto ha ceduto il 26,7% del capitale detenuto in Arca. L’operazione dovrebbe comportare una plusvalenza di 7 milioni di euro.
Segno più anche per Unicredit. Il titolo dell’istituto è in progresso dell'1,28% a 3,95 euro. Gli analisti di Exane hanno migliorato il giudizio sulla banca guidata da Federico Ghizzoni, portandolo ad “Outperform” (farà meglio del mercato).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: piazza affari , intesasanpaolo , unicredit