NAVIGA IL SITO

CTI BioPharma riacquistati diritti su Pacritinib

di Edoardo Fagnani 20 set 2016 ore 07:12 Le news sul tuo Smartphone

ctibiopharmaCTI BioPharma ha annunciato di aver siglato un contratto non vincolante relativo al riacquisto dei diritti sul composto Pacritinib, un inibitore multichinasico orale sperimentale per il trattamento di pazienti affetti da mielofibrosi, che rappresenta il principale programma di sviluppo della società biotech.
Ai sensi del contratto di sviluppo, commercializzazione e licenza con Baxalta, CTI BioPharma riacquisterà i diritti mondiali per lo sviluppo e la commercializzazione di Pacritinib il giorno dell'entrata in vigore della risoluzione.

La società ha ricevuto un avviso di risoluzione del contratto di licenza da Shire (società che lo scorso 3 giugno ha completato la fusione con Baxalta) il 13 settembre 2016. Secondo i termini dell'accordo di licenza, la data di risoluzione può essere compresa tra 30 giorni e sei mesi dalla data di ricezione dell'avviso.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: pacritinib , cti biopharma