NAVIGA IL SITO

CROLLANO LE BANCHE: MPS -11%

di Edoardo Fagnani 29 mar 2012 ore 18:10 Le news sul tuo Smartphone
Vendite sui bancari. Spicca lo scivolone di Monte dei Paschi di Siena (-11% a 0,3214 euro). Nel 2011 l’istituto toscano ha contabilizzato una perdita di 4,69 miliardi di euro, risultato che si confronta con l’utile di 985,5 milioni registrato nell’esercizio precedente. L’istituto senese ha proceduto con svalutazioni per 4,51 miliardi. A fine 2011 il Tier 1 si attestava all’11,1%, mentre il Core Tier 1 era al 10,3% (8,5% al netto dei Tremonti bond). Nel corso della conference all a commento dei risultati di bilancio i vertici di Monte dei Paschi di Siena hanno anticipato che l’inizio del 2012 è stato migliore rispetto all’ultimo trimestre del 2011.
In calo di oltre il 10% anche la Popolare di Milano (-10,4% a 0,3988 euro).
Unicredit ha ceduto il 5,81% a 3,76 euro. Berenberg ha ritoccato al rialzo le stime sull’utile per azione per il biennio 2012/2013, dopo i risultati del 2011. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni e il prezzo obiettivo di 6 euro.
UBI Banca ha registrato un ribasso del 6,55% a 3,112 euro. Dopo la diffusione dei dati di bilancio, NatIxis ha alzato da 3,14 euro a 3,34 euro il prezzo obiettivo sull’istituto. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Neutrale”. Sulla stessa lunghezza d’onda Equita sim, che ha portato la valutazione su UBI Banca da 4,2 euro a 4,6 euro per azione, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2012/2013. Kepler ha incrementato da 3,35 euro a 3,6 euro il prezzo obiettivo su UBI Banca, in seguito al miglioramento delle stime sulla redditività per il biennio 2012/2013. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).
IntesaSanpaolo non si è salvata dalle vendite (-5,33% a 1,349 euro).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.