NAVIGA IL SITO

Credem, cresce l'utile nel 2011. Dividendo 2012 a 0,1 euro

di Mauro Introzzi 16 mar 2012 ore 08:43 Le news sul tuo Smartphone
La banca ha chiuso il 2011 con un margine di intermediazione pari a 968,1 milioni di euro, in crescita dello 0,6% rispetto a 962,5 milioni di euro a fine 2010.
Il risultato lordo di gestione si è attestato a 320,7 milioni di euro, +0,4% rispetto a 319,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2010 mentre il  risultato operativo ha toccato i 290,2 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto ai 290,5 milioni di euro del 2010.
L’utile netto consolidato è stato pari a 96,6 milioni di euro, in crescita del 23,8% rispetto ai 78 milioni di euro del 2010. La posta è stata influenzata negativamente dalla chiusura del contenzioso con l’Agenzia delle Entrate riguardante operazioni relative ai periodi 2004, 2005 e 2006.
Il core Tier 1 capital ratio si è attestato all'8,7% mentre il Total capital ratio è pari a 11,6%.

Il board comunica che all’assemblea degli azionisti sarà proposto un dividendo di 0,10 euro per azione invariato rispetto al 2010. La cedola sarà messa in pagamento a partire dal 17 maggio 2012 con stacco 14 maggio 2012. Il monte dividendi complessivo ammonta a 33,2 milioni di euro.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: credem , bilanci 2011 , dividendi

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »