NAVIGA IL SITO

Vittoria Assicurazioni, i numeri del 2015. Dividendo 2016 di 0,2 euro

di Edoardo Fagnani 10 mar 2016 ore 18:53 Le news sul tuo Smartphone

vittoria-assicurazioni2Vittoria Assicurazioni ha terminato il 2015 con un utile netto di 70,62 milioni di euro, in flessione del 2,4% rispetto ai 72,33 milioni registrati nell’esercizio precedente. Il risultato ha risentito del ricalcolo della fiscalità anticipata e differita; senza questo effetto l’utile netto sarebbe cresciuto del 10,8% a 80,1 milioni di euro. L’utile per azione è stato di 1,05 euro. I premi netti sono rimasti fermi a 1,28 miliardi di euro, in coseguenza alla forte diminuzione dei premi del lavoro diretto dei Rami Vita (-14,8%).
A fine 2015 il patrimonio netto della compagnia era pari a 691,2 milioni di euro, in crescita del 12,5% rispetto ai 614,5 milioni di inizio anno. Sempre a fine anno gli investimenti complessivi erano saliti del 2,3% a 3,23 miliardi di euro.

I vertici di Vittoria Assicurazioni prevedono di chiudere l’esercizio in corso con un utile netto di 87,5 milioni di euro.

Il management di Vittoria Assicurazioni ha proposto la distribuzione del dividendo 2016, relativo all'esercizio 2015, per un ammontare di 0,2 euro per azione, in aumento rispetto agli 0,19 assegnati lo scorso anno. La cedola sarà staccata il 2 maggio e messa in pagamento il 4 maggio.

LEGGI ANCHE: I dividendi 2016 della borsa italiana

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Come funziona la cedolare secca

Come funziona la cedolare secca

La cedolare secca consiste in un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali che si applica a redditi derivanti dalla locazione di immobili Continua »