NAVIGA IL SITO

Unipol, i conti del primo trimestre 2019 e i target al 2021

L’utile netto consolidato cumulato nel triennio 2019/2021 dovrebbe collocarsi a 2 miliardi di euro con l’obiettivo di mettere a monte dividendi nel triennio un ammontare di circa 600 milioni

di Edoardo Fagnani 10 mag 2019 ore 07:38

unipol-gruppoUnipol ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2019, periodo chiuso con un utile netto di 171 milioni di euro, in calo rispetto ai 472 milioni contabilizzati nei primi tre mesi dello scorso anno. Il management ha ricordato che il dato del 2018 comprendeva la plusvalenza di 309 milioni di euro derivante dalla cessione della partecipazione in Popolare Vita.

La raccolta diretta assicurativa – al lordo delle cessioni in riassicurazione – si è attestata a 3,32 miliardi di euro, in aumento dello 0,9% rispetto al dato dei primi tre mesi del 2018 (3,29 miliardi di euro), in conseguenza al miglioramento registrato nel comparto Danni (+3,3% a 2,01 miliardi di euro).

 

A fine marzo il patrimonio netto di pertinenza del gruppo ammontava a 5,4 miliardi di euro, rispetto ai 5,03 miliardi di inizio anno.

Sempre a fine anno l’indice di solvibilità, che indica la solidità patrimoniale delle compagnie assicurative, indicava un rapporto tra fondi propri e capitale richiesto pari al 155%, in calo rispetto al dato di 163% di inizio anno.

I vertici hanno segnalato che nel primo trimestre il portafoglio titoli della compagnia ha ottenuto un rendimento pari a circa il 3,9% degli asset investiti.

 

I vertici di Unipol hanno anche approvato il nuovo piano industriale per il triennio 2019/2021, che sarà focalizzato sul rafforzamento della leadership nel settore assicurativo, oltre che su una nuova proposta al mercato che offra soluzioni alla pluralità dei bisogni dei clienti, integrando la protezione delle persone e delle aziende con servizi innovativi connessi alla mobilità, alla salute e al patrimonio.

A livello finanziario Unipol punta a una raccolta premi Danni da lavoro diretto pari a 8,7 miliardi di euro nel 2021 (+750 milioni di euro rispetto al 2018) e a una raccolta Vita pari a 5 miliardi di euro nel 2021 (+750 milioni di euro rispetto al 2018). L’utile netto consolidato cumulato nel triennio 2019/2021 dovrebbe collocarsi a 2 miliardi di euro con l’obiettivo di mettere a monte dividendi nel triennio un ammontare di circa 600 milioni di euro. Nel triennio in esame il Solvency ratio consolidato dovrebbe collocarsi tra il 140% e il 160%.

Tutti gli articoli su: unipol , primo trimestre 2019 Quotazioni: UNIPOL
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »