NAVIGA IL SITO

Terna: i numeri 2019, il dividendo 2020 e il piano 2024

Terna ha chiuso il 2019 con conti in crescita. In occasione dell'approvazione dei risultati il consiglio di amministrazione ha anche approvato il piano strategico 2020-2024

di Edoardo Fagnani 10 mar 2020 ore 14:34

terna-logo_1Terna ha chiuso il 2019 con conti in generale crescita. In occasione dell'approvazione dei risultati dell'anno passato il consiglio di amministrazione ha anche approvato il piano strategico 2020-2024. Ma andiamo con ordine.

 

I conti economici del 2019

Terna ha chiuso il 2019 con ricavi pari a 2,3 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 2,2 miliardi di euro ottenuti nel 2018. Terna ha precisato che la variazione è imputabile prevalentemente all’incremento dei ricavi del Regolato Italia, unito al contributo del Non Regolato. Il margine operativo lordo ha raggiunto gli 1,74 miliardi di euro, in crescita rispetto al dato del 2018 (1,65 miliardi di euro), come diretta conseguenza di un migliore risultato del Regolato Italia.

 

Il risultato operativo ha toccato gli 1,16 miliardi di euro, in salita del 5,3% rispetto al 2018, mentre l’utile netto di gruppo si è attestato a 757 milioni di euro, in crescita di 51 milioni di euro (+7,2%) dall'anno precedente.

 

Aggregati patrimoniali a fine 2019

A fine 2019 l'indebitamento netto era cresciuto a 8,3 miliardi di euro, rispetto ai 7,9 miliardi di inizio anno. Nell'intero esercizio gli investimenti netti sono stati pari a 1,26 miliardi di euro, in crescita rispetto agli 1,09 miliardi dell'anno precedente.

 

I dividendi 2020

Il management di Terna ha proposto la distribuzione di un dividendo 2020 (relativo all’esercizio 2019) di 0,2495 euro per azione, per un ammontare complessivo di 501,49 milioni di euro; la cedola comprende l’acconto di 0,0842 euro staccato a novembre 2019. Il saldo del dividendo, pari a 0,1653 euro, sarà assegnato lunedì 22 giugno 2020 e sarà messo in pagamento il 24 giugno.

 

Linee strategiche al 2024

Il piano 2020-2014 di Terna si basa su 3 linee strategiche:

  • nel Regolato Italia la priorità andrà a tutte le attività che consentano al Paese di far fronte alle sfide energetiche in modo sicuro, efficiente e sostenibile attraverso le competenze tecnologiche e la valorizzazione delle specificità del territorio,
  • nel Non Regolato il gruppo punta alla promozione e allo sviluppo di nuovi servizi a supporto della transizione energetica, cogliendo le opportunità aggiuntive alle attività core da perseguire in coerenza con la mission di Terna,
  • nell'Internazionale focus sulla valorizzazione delle competenze core di TSO sviluppate in Italia attraverso le opportunità di crescita all’estero.

 

Piano strategico al 2024: investimenti e target

Il grupo investirà complessivamente, nel Regolato Italia, 7,3 miliardi di euro, una somma in ulteriore crescita (del 20%) rispetto al precedente Piano per far fronte alle necessità del sistema elettrico italiano. Il valore degli asset regolati (RAB) raggiungerà i 19,7 miliardi di euro nel 2024, con un tasso annuale di crescita medio, nell’arco di piano, pari al 5%.

E i target? A fine piano sono previsti ricavi per 2,94 miliardi di euro e un margine operativo lordo di 2,17 miliardi di euro, con una crescita media annua nell’arco di piano rispettivamente del 5% per i ricavi e di oltre il 4% per il margine operativo lordo. Previsto in miglioramento anche l’utile netto di gruppo, con un utile per azione a 48 centesimi di euro nel 2024.

 

Le stime al 2020

Nell’ambito del piano industriale per il triennio 2020/2022 i vertici di Terna hanno fornito alcune stime finanziarie per l’esercizio in corso. La società prevede ricavi per 2,49 miliardi di euro, con un margine operativo lordo di 1,79 miliardi; l’utile per azione è stimato a 0,38 euro. Gli investimenti sono previsti a 1,3 miliardi di euro, al lordo delle quote finanziate.

 

Politica dei dividendi tra il 2020 e il 2024

Dal 2020 al 2022 Terna prevede un tasso medio di crescita annua del dividendo per azione pari all’8%, rispetto al dividendo di competenza dell’esercizio 2019. Per gli anni 2023 e 2024 si prevede un payout del 75%, con un dividendo minimo comunque garantito pari al dividendo di competenza dell’esercizio 2022.

Tutte le ultime su: terna , bilanci 2019 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »