NAVIGA IL SITO

Tenaris, i conti del primo trimestre 2020

Fatturato in aumento e reddività negativa. Per il trimestre in corso il management prevede una riduzione delle vendite e della marginalità. Rivisto il dividendo 2020

di Edoardo Fagnani 30 apr 2020 ore 07:55

tubi-industria-energeticaTenaris ha diffuso i risultati del primo trimestre del 2020: i dati hanno evidenziato un miglioramento dei ricavi e un peggioramento della redditività. Per il trimestre in corso il management prevede un sostanziale riduzione delle vendite e della marginalità. Rivisto il dividendo 2020.

 

Nel dettaglio, la società ha terminato i primi tre mesi dell'anno con ricavi per 1,76 miliardi di dollari, in contrazione del 6% rispetto agli 1,87 miliardi ottenuti nello stesso periodo del 2019. La società ha segnalato una continua flessione nei mercati chiave del Nord America e del Sud America. Tenaris ha precisato che i risultati del primo trimestre comprendono il consolidamento di IPSCO, acquisita a inizio gennaio.

In deciso peggioramento il risultato operativo, che è diventato negativo per 509,55 milioni di dollari, rispetto al valore positivo di 259,02 milioni del primo trimestre dello scorso anno.

Tenaris ha terminato i primi tre mesi del 2020 con una perdita netta di 660,07 milioni di dollari, risultato che si confronta con l’utile di 242,88 milioni contabilizzato nello stesso periodo dello scorso anno.

 

A fine marzo la posizione finanziaria netta era positiva per 271,09 milioni di dollari, rispetto ai 979,54 milioni di inizio anno, in conseguenza all’esborso si 1,1 miliardi di dollari per l’acquisizione di IPSCO.

Nel trimestre appena concluso le attività operative di Tenaris hanno generato un flusso di cassa di 516,08 milioni di dollari, mentre gli investimenti totali sono stati pari a 68,04 milioni.

 

I vertici di Tenaris hanno fornito alcune indicazioni, sulla base del nuovo scenario di riferimento, caratterizzato da bassi prezzi del petrolio, per il fermo di molte attività in conseguenza all’epidemia da coronavirus .

Per il trimestre in corso il management prevede un sostanziale riduzione delle vendite e della marginalità, in particolare oltreoceano. Nel dettaglio, i vertici prevedono un calo del fatturato del 35% rispetto al risultato ottenuto nei primi tre mesi del 2020, mentre l’Ebitda margin dovrebbe crollare sotto il 10%, dal 15,9% del primo trimestre.

Al contrario, Tenaris prevede una riduzione del capitale circolante e una generazione di cassa positiva.

 

Per limitare l’impatto negativo dovuto all’attuale scenario il management di Tenaris ha proposto un programma di contenimento dei costi fissi, con l’obiettivo di risparmiare circa 220 milioni di dollari entro la fine dell’anno, oltre a ridurre gli investimento di 150 milioni di dollari rispetto al 2019.

Inoltre, Tenaris ha proposto di modificare il dividendo 2020 (relativo all’esercizio 2019), limitando la cedola all’acconto di 0,13 dollari pagato a novembre, per un ammontare complessivo di 153 milioni di dollari.

Tutte le ultime su: tenaris , primo trimestre 2020 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »