NAVIGA IL SITO

Tenaris, i numeri del primo trimestre 2016

I vertici dell'azienda hanno segnalato che i ricavi e la marginalità nei prossimi due trimestri saranno influenzati principalmente dal calo dei prezzi e dei volumi di vendita

di Edoardo Fagnani 28 apr 2016 ore 09:01

Tenaris ha terminato il primo trimestre del 2016 con ricavi per 1,26 miliardi di dollari, in contrazione del 44% rispetto ai 2,25 miliardi realizzati nei primi tre mesi dello scorso anno. Il management ha precisato che la riduzione delle vendite è dovuta principalmente al calo generalizzato dell’attività di perforazione e alla pressione sui prezzi dei prodotti. Spicca il forte calo dei ricavi in Nord America (-60%). In decisa flessione anche il risultato operativo (-89%), che è passato da 379,37 milioni a 42,16 milioni di dollari. In forte peggioramento l’utile netto, che si è ridotto da 255,08 milioni a 18,16 milioni di dollari.
I risultati sono stati inferiori alle attese degli analisti, che stimavano ricavi per 1,41 miliardi di dollari e un utile netto di 37 milioni.

tenaris3A fine marzo la posizione finanziaria netta era positiva per 1,9 miliardi di dollari, in miglioramento rispetto agli 1,8 miliardi di inizio anno.
Nel trimestre appena concluso le attività operative di Tenaris hanno generato un flusso di cassa di 309 milioni di dollari, mentre gli investimenti totali sono stati pari a 230 milioni.

I vertici dell'azienda hanno segnalato che i ricavi e la marginalità nei prossimi due trimestri saranno influenzati principalmente dal calo dei prezzi e dei volumi di vendita, in conseguenza alla riduzione dell’attività di perforazione. Tuttavia, il management prevede una ripresa del giro d’affari entro la fine del 2016.
Per competere in questo scenario l’azienda si focalizzerà sulla riduzione dei costi e sulla generazione di cassa, oltre a rafforzare la quota di mercato, in attesa della ripresa del mercato.

Tutte le ultime su: tenaris , primo trimestre 2016
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.