NAVIGA IL SITO

Telecom Italia in rosso nel 2013: dividendo solo alle risparmio

Il consiglio di amministrazione ha deciso di non distribuire i dividendi alle azioni ordinarie, con l’intento di rafforzare la società dal punto di vista patrimoniale

di Edoardo Fagnani 7 mar 2014 ore 07:47

TELECOM: I CONTI DEL 2013
Telecom Italia
ha terminato il 2013 con ricavi per 23,41 miliardi di euro, in flessione del 9,1% rispetto ai 25,76 miliardi ottenuti nell’esercizio precedente.
Il margine operativo lordo è stato pari a 9,54 miliardi di euro, con un calo, rispetto all’esercizio 2012, del 9,4% (985 milioni di euro). La sua incidenza sui ricavi è stata pari al 40,8%, in lievissima flessione rispetto al 40,9% dell’esercizio 2012.
Il reddito operativo ha toccato i 2,72 miliardi, dagli 1,71 miliardo di euro nell’esercizio 2012, e - secondo quanto evidenzia la nota della stessa società - sconta l’impatto della svalutazione di 2,19 miliardi di euro dell’avviamento attribuito al business Domestico.
La società ha terminato lo scorso anno con una perdita netta di 674 milioni di euro, in seguito alla svalutazione dell’avviamento contabilizzata nel primo semestre, che ha comportato una posta straordinaria di 2,2 miliardi di euro. Al netto della svalutazione Telecom Italia avrebbe terminato il 2013 con un utile di 1,5 miliardi di euro.

TELECOM: IL LIVELLO DEL DEBITO
A fine 2013 l’indebitamento netto era sceso a 26,8 miliardi di euro, raggiungendo il target fissato nel piano strategico. La società ha segnalato che il margine di liquidità a dicembre 2013 era pari a 13,6 miliardi di euro, cifra che consente una copertura delle passività finanziarie di gruppo in scadenza per oltre 24 mesi.

TELECOM: DIVIDENDI 2014
Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia ha deciso di non distribuire i dividendi alle azioni ordinarie
, con l’intento di rafforzare la società dal punto di vista patrimoniale e utilizzare le risorse disponibili per il piano di investimenti innovativi. Al contrario, agli azionisti di risparmio sarà corrisposto il dividendo privilegiato, previsto dallo statuto in 0,0275 euro per azione, per un ammontare complessivo di 166 milioni di euro. La cedola sarà staccata il 22 aprile e messa in pagamento il 25 aprile.

LEGGI ANCHE: La storia dei dividendi Telecom dal 2005

TELECOM: STIME 2014
La società indica che "pur in presenza di una maggiore pressione sull’ARPU (il ricavo medio per utente) e tensione sulla tenuta dei ricavi, per l’esercizio in corso si prevede, in coerenza con le dinamiche del Piano triennale 2014 – 2016, un progressivo recupero della performance operativa".

Tutte le ultime su: telecom italia , bilanci 2013 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.