NAVIGA IL SITO

Snam, i conti dei primi nove mesi del 2020. Fissato l'acconto sul dividendo

Snam ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2021 (relativo all'esercizio 2020) per un ammontare di 0,0998 euro per azione. La cedola sarà staccata il 18 gennaio 2021

di Redazione Soldionline 5 nov 2020 ore 08:37

snam_7Snam ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2020.

La società ha terminato il periodo in esame con ricavi totali per 2,03 miliardi di euro, in aumento del 3,9% rispetto agli 1,96 miliardi ottenuti nei primi tre trimestri dello scorso anno. In particolare, i ricavi regolati hanno registrato un aumento di 30 milioni di euro, pari all’1,6%, in particolare grazie al settore trasporto. Al netto degli effetti derivanti dalla copertura degli energy costs, i ricavi regolati ammontano a 1,86 miliardi di euro, in riduzione di 22 milioni di euro, pari all’1,2%.

Il margine operativo lordo è salito dello 0,5%, passando da 1,66 miliardi a 1,67 miliardi di euro. La società ha precisato che il positivo contributo dei nuovi business della transizione energetica, pari a oltre 5 milioni di euro, unitamente al riconoscimento in tariffa degli energy costs a partire dal 1° gennaio 2020 e alle azioni di riduzione dei costi attivate in seguito allo stato di emergenza sanitaria ad oggi in corso, hanno più che compensato la riduzione dei ricavi regolati a seguito dei minori volumi trasportati.

Snam ha terminato i primi nove mesi del 2020 con un utile netto di 873 milioni di euro, in aumento dello 0,7% rispetto agli 867 milioni contabilizzati nei primi tre trimestri del 2019.

 

A fine settembre 2020 l’indebitamento netto era salito a 12,81 miliardi di euro, rispetto agli 11,92 miliardi di inizio anno.

Nei primi nove mesi del 2020 le attività operative di Snam hanno generato un flusso di cassa di 1,34 miliardi di euro, mentre gli investimenti tecnici sono stati pari a 762 milioni, in aumento di 112 milioni di euro, pari al 17,2%, rispetto allo stesso periodo del 2019 e si riferiscono essenzialmente ai settori trasporto (634 milioni di euro) e stoccaggio (91 milioni di euro).

 

Snam ha segnalato che a oggi, non è in grado di determinare con attendibilità gli impatti derivanti dal COVID-19 sui target del 2020 e degli anni successivi. Tuttavia, sulla base delle più aggiornate informazioni disponibili, anche in ragione della natura delle attività condotte da Snam, la società prevede impatti limitati sui target economici per il 2020. Il management ha confermato che Snam continuerà a garantire una remunerazione attrattiva e sostenibile ai propri azionisti.

 

Sulla base dei risultati dei primi nove mesi e delle previsioni per l’intero esercizio 2020, il management di Snam ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2021 (relativo all'esercizio 2020) per un ammontare di 0,0998 euro per azione. La cedola sarà staccata il 18 gennaio 2021 e messa in pagamento il 20 gennaio.

Tutte le ultime su: snam , terzo trimestre 2020
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.