NAVIGA IL SITO

Save, i numeri del 2015. Dividendo 2016 di 0,5421 euro

di Edoardo Fagnani 15 mar 2016 ore 19:36 Le news sul tuo Smartphone

gruppo-saveSave ha terminato il 2015 con ricavi per 166,39 milioni di euro, in aumento del 10,5% rispetto ai 150,63 milioni contabilizzati nell’esercizio precedente. Lo scorso anno i passeggeri transitati dagli scali gestiti dalla società sono saliti del 3,8%. In forte aumento anche il margine operativo lordo che è salito del 22,8%, passando da 60,04 milioni a 73,72 milioni di euro. Di conseguenza, la marginalità è salita dal 39,9% al 44,3%. La società ha terminato lo scorso esercizio con un utile netto di 29,23 milioni di euro, risultato che si confronta con i 27,36 milioni del 2014.
A fine 2015 l’indebitamento netto era salito a 189 milioni di euro, rispetto ai 141,47 milioni di inizio anno, in seguito ad investimenti per 104 milioni. Nell’intero esercizio le attività operative di Save hanno generato un flusso di cassa di 37,45 milioni di euro.

Il management di Save ha proposto la distribuzione del dividendo 2016, relativo all'esercizio 2015, per un ammontare di 0,5421 euro per azione. La cedola sarà staccata il 2 maggio e messa in pagamento il 4 maggio.

LEGGI ANCHE: I dividendi 2016 della borsa italiana

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: save , bilanci 2015 , dividendi

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

La Carta del docente è uno strumento per spese di formazione e aggiornamento professionale degli insegnati di ruolo in istituzioni scolastiche pubbliche Continua »