NAVIGA IL SITO

Saipem, i conti del 2019. Torna il dividendo!

L’ultima cedola staccata da Saipem era datata 20 maggio 2013. Il management ha segnalato che lo scenario di mercato è caratterizzato ancora da forte incertezza

di Edoardo Fagnani 12 mar 2020 ore 20:49

saipem_13Il consiglio di amministrazione di Saipem ha approvato i risultati finanziari dell’esercizio 2019 e ha fornito le prime indicazioni sull’anno in corso. I vertici dell'azienda hanno confermato le indicazioni fornite il 26 febbraio 2020.

Il management ha deciso di tornare a distribuire il dividendo, ufficializzando quanto aveva anticipato il numero uno Stefano Cao, nelle scorse settimane. L’ultima cedola staccata da Saipem era datata 20 maggio 2013.

 

Saipem chiude il 2019 con un utile

Nel dettaglio la società di ingegneristica ha terminato il 2019 con ricavi per 9,1 miliardi di euro, in aumento del 6.7% rispetto agli 8,53 miliardi ottenuti l’anno precedente, grazie all’incremento dei volumi registrato nelle divisioni Engineering & Construction Onshore, Drilling Offshore e Drilling Onshore. Il dato è stato migliore dei 9 miliardi indicati dal management in occasione della diffusione dei risultati del terzo trimestre 2019.

Il margine operativo lordo adjusted è salito del 22,4%, passando da un miliardo a 1,23 miliardi di euro; Saipem ha spiegato che l’aumento è riconducibile alla buona efficienza operativa nella divisione Engineering & Construction Onshore. La marginalità è aumentata all'11,8% al 13,5%.

Il risultato netto è tornato positivo per 12 milioni di euro, rispetto al rosso di 472 milioni di euro contabilizzato nel 2018; l’utile netto adjusted è stato pari a 165 milioni di euro.

 

In calo l'indebitamento di Saipem a fine 2019

A fine 2019 l’indebitamento netto era pari a 1,08 miliardi di euro, in calo rispetto agli 1,16 miliardi di inizio anno, nonostante l’applicazione dei nuovi principi contabili. Saipem ha puntualizzato che il calo dell’indebitamento è stato possibile grazie agli anticipi netti su nuove acquisizioni di progetti nel 2019, alla riprogrammazione di alcuni investimenti, agli incassi da risoluzione di arbitrati durante l’anno e al positivo contributo dell’attività di recupero di crediti scaduti.

Nel corso del 2019 gli investimenti tecnici si sono ridotti da 485 milioni a 336 milioni di euro, inferiori ai 450 milioni indicati in occasione della diffusione dei risultati del terzo trimestre 2019.

Sempre a fine 2019 il portafoglio ordini (comprensivo di società non consolidate) ammontava a 24,78 miliardi di euro, di cui 8,35 miliardi da realizzarsi nel 2020. Nel corso dell’anno l’azienda ha acquisito nuovi ordini per 17,63 miliardi di euro, più del doppio rispetto agli 8,75 miliardi dell’esercizio precedente.

 

Saipem, le stime finanziarie per il 2020

I vertici di Saipem hanno fornito anche le previsioni finanziarie per il 2020, evidenziando che lo scenario di mercato è caratterizzato ancora da forte incertezza sulle prospettive economiche/finanziarie a causa dell’epidemia del corona virus e della instabilità politica in varie regioni del globo, con impatti sulla domanda di olio e gas e sui relativi prezzi.

Il management prevede di chiudere l’esercizio in corso con ricavi per circa 10 miliardi di euro e un margine operativo lordo adjusted di oltre 1,1 miliardi di euro.

Gli investimenti tecnici sono previsti in aumento a circa 600 milioni di euro, tenuto anche conto dello slittamento di alcune iniziative ed attività dal 2019.

 

Saipem, torna il dividendo

Il consiglio di amministrazione di Saipem ha deliberato di proporre la distribuzione di un dividendo 2020 (relativo all’esercizio 2019), di 0,01 euro per azione ordinaria e di risparmio; la cedola è rinveniente da riserve distribuibili da utili di esercizi precedenti portati a nuovo.

Il dividendo Saipem sarà staccato lunedì 18 maggio e messo in pagamento il 20 maggio.

 

Bilancio Saipem, le indicazioni dalla conference call

Nel corso della conference call a commento dei risultati del 2019, il numero uno di Saipem, Stefano Cao, ha precisato che il dividendo relativo all’esercizio 2019 non rappresenta un’indicazione per una futura politica dei dividendi, aggiungendo che l’assegnazione della cedola è stata determinata sulla base del ritorno all’utile e della diminuzione del livello di indebitamento.

Il manager ha segnalato che Saipem potrebbe valutazione acquisizioni al difuori del settore delle perforazioni, qualora si presentassero delle opportunità. Cao ha puntualizzato che l’azienda potrebbe valutare operazioni nei segmenti “gas, rinnovabili e parchi eolici”.

Tutte le ultime su: saipem , bilanci 2019 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Fattura elettronica, chi ha l'obbligo di emetterla e come deve adempiervi

La fattura elettronica è il documento fiscale telematico che deve essere emesso per la cessione di un bene o la prestazione di un servizio. Tutto quello da sapere

da

ABCRisparmio

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Dal 2020 possono usufruire dell’assegno mensile di sostentamento, meglio noto come “Bonus Bebè”, tutte le famiglie senza limiti reddituali Continua »