NAVIGA IL SITO

Recordati, la trimestrale e le stime per il triennio 2021/2023

Nel triennio di piano Recordati prevede una crescita media annua del 10,4% per i ricavi, una crescita media annua del 9,1% dell’EBITDA e del 9,9% dell’utile netto rettificato

di Redazione Soldionline 6 mag 2021 ore 13:26

recordati-logo_1Recordati ha comunicato i risultati finanziari del primo trimestre 2021.

La società farmaceutica ha chiuso il periodo in esame con ricavi netti per 384,84 milioni di euro, in flessione dello 10,3% rispetto 429,24 milioni ottenuti nei primi tre mesi dello scorso esercizio, in conseguenza all’impatto della pandemia COVID-19 (in particolare su prodotti legati a patologie influenzali stagionali), all’effetto cambio negativo e alla perdita di esclusività nel corso del 2020 dei prodotti silodosina e pitavastatina; a cambi costanti i ricavi sono scesi del 6,8%. La società farmaceutica ha precisato che i ricavi internazionali sono scesi del 10,3%. Il margine operativo lordo si è ridotto del 13,2%, passando da 172,87 milioni a 150,02 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è scesa al 39%. Recordati ha terminato il periodo gennaio-marzo con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 89,87 milioni di euro, in calo del 19,2% rispetto ai 111,18 milioni contabilizzati nei primi tre mesi dello scorso anno, in conseguenza a una maggiore incidenza degli oneri finanziari che scontano perdite su cambi nette pari a 3,7 milioni e minori proventi rispetto al primo trimestre 2020. L’utile netto rettificato è stato pari a 104,43 milioni di euro (-19,2%).

A fine marzo 2021 l’indebitamento netto della società farmaceutica era sceso a 852,6 milioni di euro, rispetto agli 865,8 milioni di inizio anno, in seguito a una generazione di cassa di 110,2 milioni di euro.

 

Recordati ha fornito anche un aggiornamento delle strategie e delle prospettive per il triennio 2021-2023. La strategia della società farmaceutica prevede lo sviluppo organico delle attività, accompagnato da operazioni mirate di business development e acquisizioni nell’ambito di entrambi i segmenti in il gruppo è presente. Nel triennio di piano Recordati prevede una crescita media annua del 10,4% per i ricavi, una crescita media annua del 9,1% dell’EBITDA e del 9,9% dell’utile netto rettificato.

Nel dettaglio, per l’esercizio in corso la società farmaceutica stima ricavi compresi tra 1,57 miliardi e 1,62 miliardi di euro, un EBITDA compreso tra 600 e 620 milioni di euro e un utile netto rettificato compreso tra 420 e 440 milioni di euro. Recordati ha precisato che i risultati del primo trimestre, nonostante la flessione delle vendite, sono allineati con le attese.

Per l’anno 2023, compreso l’apporto di ulteriori acquisizioni che potranno essere finalizzate nel periodo sotto analisi, Recordati prevede di realizzare ricavi compresi tra 1,9 miliardi e 2 miliardi di euro, un EBITDA compreso tra 720 e 760 milioni di euro e un utile netto rettificato compreso tra 530 e 560 milioni di euro.

Tutte le ultime su: recordati , primo trimestre 2021
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.