NAVIGA IL SITO

Recordati, i conti dei primi nove mesi 2023. Acconto sul dividendo 2024

Inoltre, i vertici hanno aggiunto che il gruppo è proiettato a superare gli obiettivi al 2025 (fissati a febbraio 2023)

di Redazione Soldionline 7 nov 2023 ore 13:00

recordati-logo_1Recordati ha comunicato i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2023. Inoltre, il management ha diffuso le indicazioni finanziarie per gli esercizi 2023 e 2025, oltre a definire l’acconto sul dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023).

 

La società farmaceutica ha chiuso il periodo in esame con ricavi netti per 1,56 miliardi di euro, in aumento del 13% rispetto agli 1,38 miliardi ottenuti nei primi tre trimestri dello scorso esercizio; a parità di tassi di cambio e a perimetro di gruppo omogeneo l’incremento sarebbe stato del 13,8%.

Il margine operativo lordo è cresciuto del 15,4%, passando da 516,15 milioni a 595,57 milioni di euro; la marginalità si è attestata al 37,5%.

Recordati ha terminato il periodo gennaio-settembre con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 304,49 milioni di euro, in calo del 18,5% rispetto ai 241,46 milioni di euro contabilizzati nei primi trimestri mesi dello scorso anno. L’utile netto rettificato è stato pari a 406,57 milioni di euro (+14,2%).

 

A fine settembre 2023 l’indebitamento netto della società farmaceutica era salito a 1,5 miliardi di euro, rispetto agli 1,42 miliardi di inizio anno, in seguito principalmente al pagamento up-front di 245 milioni di euro per il nuovo accordo di vendita e distribuzione con GSK per la commercializzazione di Avodart e Combodart/Duodart. Nei primi nove mesi del 2023 la generazione di cassa è stata pari a 391,8 milioni di euro, in aumento di 45,5 milioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, assorbendo sia l’aumento del capitale circolante, trainato da maggiori ricavi, sia maggiori interessi passivi.

 

Sulla base di questi risultati, il management di Recordati prevede che i risultati finanziari per l'esercizio 2023 si collochino all’estremità superiore della guidance per l’anno rivista al rialzo e resa pubblica lo scorso 11 maggio, che prevedeva ricavi compresi tra 2,05 e 2,09 miliardi di euro, un EBITDA compreso tra 750 milioni e 770 milioni e un utile netto rettificato compreso tra 490 milioni e 500 milioni di euro.

Inoltre, i vertici hanno aggiunto che il gruppo è proiettato a superare gli obiettivi al 2025 (fissati a febbraio 2023), con l'aspettativa che l'attuale portafoglio possa generare ricavi superiori a 2,4 miliardi di euro nell'esercizio 2025, mantenendo un margine EBITDA nell'ordine del 37%.

 

Inoltre, i vertici di Recordati hanno proposto la distribuzione di un acconto sul dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023) pari a 0,57 euro per azione; la cedola sarà staccata lunedì 20 novembre 2023 e messa in pagamento il 22 novembre.

Tutte le ultime su: dividendi , recordati , terzo trimestre 2023
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.