NAVIGA IL SITO

Poste Italiane, i conti del primo semestre 2020

Poste Italiane sta valutando e implementando importanti iniziative di riduzione dei costi con l'obiettivo di preservare la redditività. Confermata la politica dei dividendi

di Edoardo Fagnani 31 lug 2020 ore 08:14

poste-italiane-palazzo_1Poste Italiane ha comunicato i risultati economici e finanziari del primo semestre 2020, periodo chiuso con ricavi e redditività in contrazione, in conseguenza al lockdown imposto per frenare l’epidemia da Covid-19.

Il management non ha fornito indicazioni puntuali sull’esercizio in corso e ha confermato la politica dei dividendi.

 

Nel dettaglio, Poste Italiane ha terminato il primo semestre del 2020 con ricavi per 5,08 miliardi di euro, in contrazione del 7,9% rispetto ai 5,52 miliardi realizzati nei primi sei mesi dello scorso anno. I ricavi normalizzati sono stati pari a 4,79 miliardi di euro (-8,6% rispetto al primo semestre del 2019).

In forte peggioramento il risultato operativo, che è sceso da 1,08 miliardi a 766 milioni di euro (-29,2%), con minori costi che assorbono il 60% dell’impatto derivato da minori ricavi.

Poste Italiane ha terminato scorso semestre con un utile netto di 546 milioni di euro, in flessione del 28,5% rispetto ai 763 milioni ottenuti nei primi sei mesi del 2019; l’utile netto normalizzato è sceso del 31% a 399 milioni di euro.

 

Nel solo secondo trimestre 2020 i ricavi si sono ridotti del 13,1% a 2,33 miliardi di euro, mentre l’utile netto è stato pari a 239 milioni di euro (utile normalizzato a 256 milioni).

Tuttavia, i risultati sono stati migliori del consensus degli analisti (pubblicato sul sito Internet della società e aggiornato al 20 luglio), che indicavano ricavi e utile netto rispettivamente a 2,31 miliardi e 199 miliardi di euro.

 

A fine giugno 2020 la posizione finanziaria netta era positiva per 3,14 miliardi di euro, rispetto ai 5,67 miliardi di inizio anno.

Sempre fine giugno le Attività Finanziarie Totali risultavano pari a 548 miliardi di euro (+12,2 miliardi rispetto a dicembre 2019).

 

Il management di Poste Italiane ha precisato che la politica dei dividendi resta invariata in vista dell'aggiornamento di Deliver 2022 previsto nel quarto trimestre.

Inoltre, la società sta valutando e implementando importanti iniziative di riduzione dei costi con l'obiettivo di preservare la redditività di lungo termine, con il secondo trimestre che ha già beneficiato di alcune di queste azioni.

I vertici indicano una ripresa dell’attività commerciale nella seconda metà del 2020.

Tutte le ultime su: poste italiane , primo semestre 2020
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »