NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Pirelli, i conti del primo semestre e le stime sul 2018

Pirelli, i conti del primo semestre e le stime sul 2018

Pirelli prevede di chiudere il 2018 con ricavi pari a circa 5,4 miliardi di euro, con una crescita organica di circa il 7%. Confermate le previsioni di profittabilità

di Edoardo Fagnani 7 ago 2018 ore 18:07

Pirelli ha comunicato i risultati del primo semestre 2018, periodo chiuso con ricavi pari a 2,63 miliardi di euro, in flessione del 2% rispetto ai 2,69 miliardi ottenuti nella prima metà del 2017; a parità di tassi di cambio il fatturato avrebbe registrato un incremento del 5,5%. L’incidenza dell’High Value sui ricavi complessivi è aumentata al 64% del totale rispetto al 58,2% del primo semestre 2017.

Al contrario, il margine operativo lordo adjusted ante costi di start-up è cresciuto a 608,3 milioni di euro, rispetto ai 566,8 milioni del corrispondente periodo 2017 (+7,3%). Il reddito operativo adjusted ante costi di start-up è cresciuto del 6,8%, passando da 443 milioni a 473,3 milioni di euro, mentre il reddito operativo è stato pari a 450,1 milioni di euro, in salita dell’8,1% rispetto ai 416,2 milioni di euro del primo semestre 2017. Il miglioramento è legato all’effetto delle leve interne quali il prezzo/mix e le efficienze, che hanno più che compensato l’aumento del costo delle materie prime.

Il risultato netto delle attività in funzionamento nel primo semestre del 2018 è stato pari a 181,9 milioni di euro, in crescita del 169% rispetto ai 67,6 milioni contabilizzati nella prima metà del 2017, grazie a minori oneri finanziari netti per 108,4 milioni di euro.

Il risultato netto totale è stato positivo per 177,2 milioni di euro, rispetto ai 67,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2017.

 

pirelli_8A fine giugno l'indebitamento netto era salito a 3,92 miliardi di euro, rispetto ai 3,22 miliardi di inizio anno.

Nel primo semestre il flusso netto della gestione operativa al 30 giugno 2018 è stato negativo per 589 milioni di euro (-437,6 milioni nel corrispondente periodo 2017) e incorpora investimenti per 179,2 milioni destinati principalmente all’incremento della capacità High Value in Europa e nell’area Nafta, alla riconversione strategica della capacità Standard in High Value in Brasile e al costante miglioramento del mix e della qualità in tutte le fabbriche,.

 

Sulla base dei dati dei risultati del primo semestre, Pirelli prevede di chiudere il 2018 con ricavi pari a circa 5,4 miliardi di euro, con una crescita organica di circa il 7% grazie al rafforzamento sull’high value che rappresenterà oltre il 60% dei ricavi.

Confermate le previsioni di profittabilità, con un Ebit Adjusted ante costi start-up atteso superiore a un miliardo di euro, nonostante una maggiore volatilità dei tassi di cambio dei paesi emergenti.

Il management ha confermato il rapporto fra posizione finanziaria netta ed Ebitda Adjusted ante costi start-up pari a circa 2,3 volte e investimenti nell'ordine dei 460 milioni di euro, in linea con le precedenti indicazioni.

Tutti gli articoli su: pirelli , primo semestre 2018 Quotazioni: PIRELLI & C
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Gig economy: lavoreremo tutti per un algoritmo?

Gig economy: lavoreremo tutti per un algoritmo?

Economia dei lavoretti, ma non solo. La gig economy potrebbe diventare la nuova forma di organizzazione del lavoro per molti. Vediamo di cosa si tratta Continua »

da

ABCRisparmio

Come funziona Revolut (carta e conto)

Come funziona Revolut (carta e conto)

Revolut offre conti, carte di credito e diversi servizi di pagamento. Vi si può accreditare lo stipendio e cambiare valuta al tasso interbancario. E molte altre cose ancora Continua »