NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Pirelli, i conti del primo semestre e le stime sul 2018

Pirelli, i conti del primo semestre e le stime sul 2018

Pirelli prevede di chiudere il 2018 con ricavi pari a circa 5,4 miliardi di euro, con una crescita organica di circa il 7%. Confermate le previsioni di profittabilità

di Edoardo Fagnani 7 ago 2018 ore 18:07

Pirelli ha comunicato i risultati del primo semestre 2018, periodo chiuso con ricavi pari a 2,63 miliardi di euro, in flessione del 2% rispetto ai 2,69 miliardi ottenuti nella prima metà del 2017; a parità di tassi di cambio il fatturato avrebbe registrato un incremento del 5,5%. L’incidenza dell’High Value sui ricavi complessivi è aumentata al 64% del totale rispetto al 58,2% del primo semestre 2017.

Al contrario, il margine operativo lordo adjusted ante costi di start-up è cresciuto a 608,3 milioni di euro, rispetto ai 566,8 milioni del corrispondente periodo 2017 (+7,3%). Il reddito operativo adjusted ante costi di start-up è cresciuto del 6,8%, passando da 443 milioni a 473,3 milioni di euro, mentre il reddito operativo è stato pari a 450,1 milioni di euro, in salita dell’8,1% rispetto ai 416,2 milioni di euro del primo semestre 2017. Il miglioramento è legato all’effetto delle leve interne quali il prezzo/mix e le efficienze, che hanno più che compensato l’aumento del costo delle materie prime.

Il risultato netto delle attività in funzionamento nel primo semestre del 2018 è stato pari a 181,9 milioni di euro, in crescita del 169% rispetto ai 67,6 milioni contabilizzati nella prima metà del 2017, grazie a minori oneri finanziari netti per 108,4 milioni di euro.

Il risultato netto totale è stato positivo per 177,2 milioni di euro, rispetto ai 67,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2017.

 

pirelli_8A fine giugno l'indebitamento netto era salito a 3,92 miliardi di euro, rispetto ai 3,22 miliardi di inizio anno.

Nel primo semestre il flusso netto della gestione operativa al 30 giugno 2018 è stato negativo per 589 milioni di euro (-437,6 milioni nel corrispondente periodo 2017) e incorpora investimenti per 179,2 milioni destinati principalmente all’incremento della capacità High Value in Europa e nell’area Nafta, alla riconversione strategica della capacità Standard in High Value in Brasile e al costante miglioramento del mix e della qualità in tutte le fabbriche,.

 

Sulla base dei dati dei risultati del primo semestre, Pirelli prevede di chiudere il 2018 con ricavi pari a circa 5,4 miliardi di euro, con una crescita organica di circa il 7% grazie al rafforzamento sull’high value che rappresenterà oltre il 60% dei ricavi.

Confermate le previsioni di profittabilità, con un Ebit Adjusted ante costi start-up atteso superiore a un miliardo di euro, nonostante una maggiore volatilità dei tassi di cambio dei paesi emergenti.

Il management ha confermato il rapporto fra posizione finanziaria netta ed Ebitda Adjusted ante costi start-up pari a circa 2,3 volte e investimenti nell'ordine dei 460 milioni di euro, in linea con le precedenti indicazioni.

Tutti gli articoli su: pirelli , primo semestre 2018 Quotazioni: PIRELLI & C
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Il Reddito di Cittadinanza è quasi al via. Tutto verrà definito dalla legge di bilancio. Vediamo, sulla linea delle ultime novità, a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerlo Continua »

da

ABCRisparmio

La cedolare secca spiegata in tre minuti

La cedolare secca spiegata in tre minuti

In questa guida vediamo cos'è e come funziona la cedolare secca sui contratti di locazione, le sue aliquote, le novità introdotte per il 2018 e il cosiddetto decreto Airbnb Continua »