NAVIGA IL SITO

La trimestrale di Pirelli e le stime per il 2020

Il management di Pirelli ha rivisto i target finanziari per il 2020 assumendo un miglioramento della domanda rispetto alle precedenti indicazioni

di Edoardo Fagnani 11 nov 2020 ore 18:35

pirelli_11Pirelli ha diffuso i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2020, periodo in cui anche il settore tyre è stato fortemente impattato dall’emergenza Covid-19 e dal deterioramento delle prospettive economiche, con un generale calo dei consumi e della produzione.

 

Il gruppo degli pneumatici ha terminato il periodo gennaio-settembre con ricavi per 3,09 miliardi di euro, in calo del 23,4% rispetto ai 4,04 miliardi ottenuti nei primi nove mesi dello scorso anno; su base organica la flessione è stata del 19,3%. I ricavi High Value sono stati pari al 71,2% del totale (rispetto al 67,4% dei primi nove mesi del 2019). Il consensus degli analisti, pubblicato sul sito Internet della società e aggiornato al 28 ottobre 2020, indicava un fatturato di 3,05 miliardi di euro.

In decisa flessione anche il margine operativo lordo adjusted, che si è ridotto da 978,5 milioni a 577,3 milioni di euro (-41%); la voce include costi indiretti industriali legati all’emergenza Covid per complessivi 86,7 milioni di euro, di cui 78,8 milioni relativi a slowdown legati alla temporanea chiusura di alcuni stabilimenti produttivi e, più in generale, al ridotto utilizzo degli impianti nel corso dei primi nove mesi (-8,2 milioni di euro l’impatto dello slowdown nel terzo trimestre). Di conseguenza la marginalità è scesa dal 24,2% al 18,7%. Il consensus degli analisti indicava un EBITDA adjusted di 585 milioni di euro e una marginalità del 19,2%.

L’EBIT adjusted è sceso da 685 milioni a 280,4 milioni di euro (-59,1%), con un margine Ebit adjusted pari al 9,1%, in seguito al deciso calo della domanda e al forte impatto dello slowdown. Gli analisti indicavano un EBIT adjusted di 273 milioni di euro.

Pirelli ha terminato i primi nove mesi del 2020 con una perdita netta di 17,8 milioni di euro, rispetto all’utile di 385,7 milioni di euro contabilizzato nello stesso periodo dello scorso anno. Gli analisti indicavano un risultato netto negativo per 34 milioni di euro.

 

Nel solo terzo trimestre i ricavi sono stati pari a 1,28 miliardi di euro (-1,5% a livello organico) grazie alla ripresa della domanda sull’alto di gamma (+3,9% i volumi High Value Pirelli, +5,3% i volumi Car New Premium) e al miglioramento del price/mix (+2,3%).

Il risultato netto è stato positivo per 83,9 milioni di euro, in crescita del 6,6% rispetto ai 78,7 milioni del terzo trimestre 2019.

 

A fine settembre 2020 l’indebitamento netto di Pirelli era salito a 4,25 miliardi di euro, rispetto ai 3,51 miliardi di inizio anno. Il consensus degli analisti indicava un indebitamento di 4,25 miliardi di euro.

Pirelli ha segnalato che il margine di liquidità di 1,85 miliardi di euro garantisce la copertura delle scadenze sul debito fino alla fine del primo semestre del 2023.

Nei primi nove mesi del 2020 le attività operative di Pirelli hanno assorbito cassa per 745,3 milioni di euro, mentre gli investimenti materiali e immateriali (Capex) si sono ridotti a 106,1 milioni di euro.

 

Il management di Pirelli ha rivisto i target finanziari per il 2020 assumendo un miglioramento della domanda rispetto alle precedenti indicazioni.

Nel dettaglio i vertici prevedono ricavi compresi tra circa 4,18 e 4,23 miliardi di euro (circa 4,15 e 4,25 miliardi la precedente indicazione).

Il margine Ebit adjusted è stimato fra circa 11,5% e circa 12% (circa 12% e circa 13% la precedente indicazione).

La posizione finanziaria netta è confermata a circa -3,3 miliardi di euro con una generazione di cassa netta di circa 190-220 milioni di euro, assumendo la mancata distribuzione di dividendi.

Gli investimenti sono stati rivisti a circa 140 milioni di euro.

Tutte le ultime su: pirelli , terzo trimestre 2020
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »