NAVIGA IL SITO

Pirelli, i conti del 2019

Il gruppo ha terminato l’esercizio in esame con ricavi per oltre 5,32 miliardi di euro, superando (di poco) il consensus degli analisti

di Edoardo Fagnani 2 mar 2020 ore 18:08

pirelli_11Pirelli ha diffuso i risultati definitivi del 2019 e ha comunicato l'ammontare del dividendo 2020.

 

Il gruppo degli pneumatici ha terminato l’esercizio in esame con ricavi per oltre 5,32 miliardi di euro, in aumento del 2,5% rispetto ai 5,19 miliardi ottenuti nel 2018, grazie al rafforzamento registrato sul segmento High Value (+6,9%), che oggi rappresenta il 66,5% dei ricavi complessivi. La crescita organica del fatturato è stata del 2,2%. Il consensus degli analisti indicava un fatturato di 5,32 miliardi di euro.

In aumento anche il margine operativo lordo adjusted, che lo scorso anno è cresciuto da 1,23 miliardi a 1,31 miliardi di euro (+6,1%), grazie al beneficio di 104,3 milioni derivante dall’applicazione del nuovo principio contabile che stabilisce una nuova modalità di contabilizzazione dei contratti di leasing; di conseguenza la marginalità è salita dal 23,8% al 24,6%. Il consensus degli analisti indicava un EBITDA adjusted di 1,31 miliardi di euro e una marginalità del 24,7%.

Al contrario l’EBIT adjusted è sceso da 955 milioni a 917,3 milioni di euro (-3,9%), in conseguenza agli impatti legati allo scenario esterno (inflazione dei costi produttivi, debolezza della domanda e pressione sui prezzi). Gli analisti indicavano un EBIT adjusted di 955 milioni di euro.

L'utile netto (escluse le quote di terzi) è cresciuto da 431,6 milioni a 438,1 milioni di euro.

 

A fine 2019 l’indebitamento netto di Pirelli era salito a 3,51 miliardi di euro, rispetto ai 3,18 miliardi di inizio anno, in conseguenza all’applicazione dei nuovi principi contabili. Il consensus degli analisti indicava un indebitamento di 3,54 miliardi di euro.

Nel 2019 la gestione operativa ha generato un flusso di cassa (ante dividendi) di 344,1 milioni di euro, mentre gli investimenti sono stati pari a 390,5 milioni.

 

Il management di Pirelli aveva proposto la distribuzione di un dividendo 2020 (relativo all’esercizio 2019) di 0,183 euro per azione, per un ammontare complessivo di 183 milioni di euro. Tuttavia, in seguito all'epidemia da coronavirus, la società ha deciso di cancellare il dividendo.

 

In occasione della diffusione dei risultati preliminari Pirelli aveva segnalato che l’operatività era sospesa in 2 delle 3 fabbriche del gruppo in Cina, dove al momento opera a ritmo ridotto unicamente la fabbrica Car/Moto di Yanzhou.

Il management aveva ricordato che la Cina contribuisce per circa il 12% alle vendite totali di Pirelli. L’impatto al momento previsto a livello di Ebit Adjusted nel primo trimestre 2020 è pari a circa 30 milioni di euro che dovrebbe essere riassorbito nel corso dell’anno.

 

Il management di Pirelli ha presentato anche il piano industriale per il triennio 2020/2022, che conferma la centralità dell’High Value.

Qualora la crisi dovesse protrarsi, Pirelli aggiornerà le proprie stime in occasione della presentazione dei dati del primo trimestre 2020, nel mese di maggio.

Tutte le ultime su: pirelli , bilanci 2019 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »