NAVIGA IL SITO

Mondo TV France, i conti del 2017

di Edoardo Fagnani 15 mar 2018 ore 10:11 Le news sul tuo Smartphone

mondo-tv-france_2Mondo TV France, società quotata all’AIM Italia, ha terminato il 2017 con ricavi per 540mila euro, in aumento rispetto ai 393mila euro ottenuti nell’esercizio precedente; l’incremento è dovuto all’avvio nel quarto trimestre della fase di produzione esecutiva di Rocky, che così come la nuova serie attualmente in sviluppo Disco Dragoon andranno in consegna degli episodi, e quindi genereranno i relativi ricavi, nel biennio 2018/2019. Tuttavia, nel 2017 il valore della produzione è stato inferiore di 210mila euro rispetto ai 750mila euro previsti, per effetto di un ritardo temporale nell’avvio della fase di produzione di Rocky, solo parzialmente recuperato nell’ultimo trimestre. La società ha terminato lo scorso anno con una perdita netta di circa 681mila euro, rispetto al rosso di 558mila euro del 2016.

A fine 2017 la posizione finanziaria netta era positiva per 770mila euro, rispetto ai 209mila euro di inizio anno.

 

Mondo TV France ha confermato il business plan per il biennio 2018/2019 con sensibile incremento dei ricavi e delle marginalità, ritorno all’utile nell’esercizio 2018 e un Ebit 2019 previsto a 0,9 milioni di euro.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: mondo tv france , bilanci 2017

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

La Carta del docente è uno strumento per spese di formazione e aggiornamento professionale degli insegnati di ruolo in istituzioni scolastiche pubbliche Continua »