NAVIGA IL SITO

Landi Renzo, i conti del primo semestre 2020

di Edoardo Fagnani 14 set 2020 ore 07:36 Le news sul tuo Smartphone

landi-renzo_1Landi Renzo – società quotata al segmento STAR e attiva nel settore dei componenti e dei sistemi di alimentazione a GPL e metano per autotrazione - ha comunicato i risultati economici e finanziari del primo semestre 2020, periodo chiuso con ricavi per 59,86 milioni di euro, in flessione del 41,3% rispetto ai 102,04 milioni realizzati nei primi sei mesi dello scorso anno. Il management di Landi Renzo ha segnalato che il giro d’affari è stato influenzato dalla diffusione della pandemia da Covid-19 a livello mondiale, che ha comportato una riduzione importante del fatturato a partire dal mese di marzo, con una crescente incidenza sulle vendite ai clienti OEM (Original equipment manufacturer) e forti ripercussioni sulle conversioni nel canale After Market, in particolare nei Paesi Latam e asiatici. In forte diminuzione anche il margine operativo lordo adjusted, che è sceso dal 13,61 milioni 1,85 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità si è ridotta al 3,1%. Landi Renzo ha terminato il semestre con una perdita netta (esclusa la quota di terzi) di 6,56 milioni di euro, risultato che si confronta con l’utile di 2,94 milioni contabilizzato nei primi sei mesi dello scorso anno.

A fine giugno 2020 l’indebitamento netto era salito a 79,09 milioni di euro, dai 61,77 milioni di inizio anno. Nel periodo in esame le attività operative hanno assorbito cassa per 9,17 milioni di euro.

 

Il management di Landi Renzo stima che il 2020 in corso il fatturato avrà complessivamente un calo di circa il 25% rispetto all’esercizio precedente, in netto miglioramento rispetto al -41,3% consuntivato al 30 giugno 2020 (-61% nel solo secondo trimestre).

Conseguentemente, i vertici prevedono una significativa riduzione della perdita netta finale con un miglioramento dell’Ebitda atteso rispetto al primo semestre dell’anno.

Inoltre, Landi Renzo dispone di risorse finanziarie adeguate rispetto all’attuale fabbisogno, anche grazie al nuovo finanziamento di 21 milioni sottoscritto nel mese di luglio con un pool di primarie banche italiane e garantito da SACE.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: landi renzo , primo semestre 2020