NAVIGA IL SITO

Juventus FC, il bilancio 2022/2023. Aumento di capitale per 200 milioni di euro

di Redazione Soldionline 6 ott 2023 ore 19:25 Le news sul tuo Smartphone

juventus-stadiumJuventus FC ha comunicato i risultati finanziari dell'esercizio 2022/2023 (la società chiude il bilancio il 30 giugno) e ha annunciato un aumento di capitale per un ammontare massimo di 200 milioni di euro.

Nel dettaglio, il club bianconero ha terminato l’esercizio con ricavi per 507,65 milioni di euro, in aumento del 14,5% rispetto ai 443,38 milioni ottenuti nell’esercizio precedente, grazie a maggiori ricavi da gare e da provendti da gestione diritti calciatori. Il risultato operativo è stato negativo per 99,29 milioni di euro, rispetto al rosso di 221,65 milioni dell'esercizio 2021/2022. Juventus FC ha chiuso lo scorso esercizio con una perdita netta di 123,69 milioni di euro, rispetto al rosso di 239,26 milioni contabilizzato nell’esercizio precedente.

A fine giugno 2023 l’indebitamento netto era balzato a 339,9 milioni di euro, rispetto ai 153 milioni di inizio esercizio a seguito dei pagamenti netti legati alle campagne trasferimenti (76,2 milioni, soprattutto di esercizi precedenti), degli investimenti in immobilizzazioni materiali, immateriali ed altre immobilizzazioni (51,3 milioni, di cui 47,6 milioni relativi all’acquisto degli immobili che ospitano la sede sociale e lo Juventus Training & Media Center), dei flussi negativi della gestione operativa (42,3 milioni, che includono 48,8 milioni, non ricorrenti, relativi al pagamento delle rate di contributi e ritenute di esercizi precedenti) e dell’esborso per oneri finanziari e da altre voci minori (17,1 milioni).

Il management di Juventus FC ha segnalato che il risultato economico dell’esercizio 2023/2024 è previsto in perdita, prevalentemente per i rilevanti effetti negativi – diretti e indiretti – derivanti dalla mancata partecipazione alle competizioni UEFA. In assenza di tali effetti, l’andamento operativo del gruppo presenterebbe un sostanziale miglioramento rispetto all’esercizio appena concluso, soprattutto grazie alle azioni di razionalizzazione strutturale dei costi attuate a partire dal periodo pandemico. "Come di consueto, l’andamento economico, patrimoniale e finanziario dell’esercizio in corso sarà influenzato dai risultati sportivi e dalla Campagna Trasferimenti 2023/2024", ha precisato il club bianconero.

 

Juventus FC ha aggiunto che, sulla base di stime preliminari al 30 settembre 2023, il 1° trimestre dell’esercizio è previsto chiudersi con una perdita superiore al terzo del capitale, integrando i presupposti previsti dal codice civile.

Di conseguenza, a supporto della realizzazione degli obiettivi del Piano di lungo periodo per gli esercizi 2023/2024 – 2026/2027, nonché tenuto conto degli impatti – nell’esercizio in corso e in quello precedente – derivanti dagli esiti dei procedimenti sportivi italiani e internazionali avviati nel 2022/2023, il consiglio di amministrazione ha definito le linee guida di una manovra di rafforzamento patrimoniale da attuarsi mediante la riduzione del capitale al minimo legale e contestuale aumento del capitale (a pagamento) per massimi di 200 milioni di euro.

Juventus FC ha precisato che l’operazione di rafforzamento patrimoniale si inserisce quindi nell’ampio contesto delle misure atte a supportare il raggiungimento degli obiettivi strategici del piano, a contribuire a un pieno equilibrio delle fonti di finanziamento e alla necessaria ripatrimonializzazione della società, nonché a far fronte agli effetti economici negativi sugli esercizi 2022/2023 e 2023/2024 dei procedimenti in ambito sportivo italiano e internazionale.

L'azionista EXOR ha espresso il proprio sostegno all’operazione, impegnandosi a sottoscrivere la quota di aumento di di propria pertinenza, pari al 63,8%, e ha manifestato la propria disponibilità ad effettuare versamenti in conto futuro aumento di capitale per massimi 128 milioni di euro. Juventus valuterà di costituire un consorzio di garanzia per la sottoscrizione e liberazione delle nuove azioni eventualmente non sottoscritte.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.