NAVIGA IL SITO

Italgas, i conti dei primi nove mesi del 2020 e il piano al 2026

Nell’occasione il management di Italgas ha rivisto la politica dei dividendi per il quadriennio 2020/2023. Confermati i target finanziari per il 2020

di Redazione Soldionline 30 ott 2020 ore 08:21

italgas_2Italgas ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2020 e ha approvato il nuovo piano industriale per il periodo 2020/2026. Nell’occasione il management ha rivisto la politica dei dividendi per il quadriennio 2020/2023.

 

La società ha terminato il periodo in esame con ricavi per 978 milioni di euro, in aumento del 6,7% rispetto ai 916,9 milioni ottenuti nei primi tre trimestri dello scorso anno, per effetto dell’aumento dei ricavi di vettoriamento (+93 milioni di euro), principalmente riconducibile alla variazione del perimetro di consolidamento derivante dalle acquisizioni in Sardegna e centrosud Italia da Conscoop.

Il margine operativo lordo è salito dell’8,3%, passando da 660,7 milioni a 715,7 milioni di euro, in seguito a un aumento meno che proporzionale (+2,4%) dei costi operativi.

Italgas ha terminato il periodo gennaio-settembre con un utile netto di 246,5 milioni di euro, in contrazione del 6,1% rispetto ai 262,6 milioni contabilizzati nei primi nove mesi dell’esercizio precedente, in conseguenza a maggiori ammortamenti e oneri finanziari, per effetto del consolidamento integrale di Toscana Energia.

 

A fine settembre 2020 l’indebitamento netto era salito a 4,84 miliardi di euro, rispetto ai 4,49 miliardi di inizio anno.

La società ha precisato che a fine settembre disponeva di linee di credito committed non utilizzate per un importo pari a 500 milioni con scadenza nell’ottobre 2021.

Nei primi nove mesi del 2020 le attività operative di Italgas hanno generato un flusso di cassa di 424,4 milioni di euro, mentre gli investimenti tecnici sono stati pari a 536,3 milioni.

 

Inoltre, Italgas ha approvato il piano industriale per il periodo 2020/2026.

Nel dettaglio, il nuovo piano prevede un programma di investimenti di 7,5 miliardi di euro con un incremento di 1,1 miliardi di euro rispetto al precedente, con l’obiettivo di rafforzare la posizione del gruppo a livello italiano ed europeo e apre a nuove prospettive di sviluppo e di crescita.

A livello finanziario, con il completamento delle gare Italgas stima al 2026 un fatturato di circa 2 miliardi di euro con un margine EBITDA stimato di circa il 73%, e un ritorno degli investimenti (ebit su Rab) tra l’8% e l’8,5%.

Con riferimento ai dividendi Italgas ha stabilito una nuova politica quadriennale (2020-2023) che prevede la distribuzione di un dividendo pari al maggiore tra l'importo risultante dal dividendo per azione relativo all’esercizio 2019 (0,256 euro) aumentato del 4% annuo e il dividendo per azione pari al 65% dell’EPS adjusted.

Italgas ha confermato anche i target finanziari per l’intero 2020. Il management prevede un fatturato superiore a 1,3 miliardi di euro, con un EBITDA tra 960 e 980 milioni di euro e un EBIT tra 530 e 550 milioni di euro. Gli investimenti sono previsti superare i 750 milioni di euro, al di sopra di quanto precedentemente indicato, portando l'indebitamento netto a circa 4,6 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: italgas , terzo trimestre 2020 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »