NAVIGA IL SITO

Interpump, i numeri del 2016. Dividendo 2017 di 0,2 euro

di Edoardo Fagnani 15 mar 2017 ore 13:04 Le news sul tuo Smartphone

interpump_logoInterpump ha comunicato i risultati definitvi del 2016. La società ha terminato lo scorso anno con ricavi per 922,82 milioni di euro, in aumento del 3,1% rispetto agli 894,93 milioni realizzati nell’esercizio precedente. A parità di perimetro di gruppo e di tassi di cambio, il fatturato sarebbe salito dello 0,3%. In forte crescita il margine operativo lordo (+10,1%), che è passato da 180,26 milioni a 198,5 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è salita dal 20,1% al 21,5%. Interpump ha chiuso lo scorso esercizio con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 94,47 milioni di euro, rispetto ai 118,31 milioni del 2015, dato che comprendeva proventi finanziari straordinari per 32 milioni di euro; l’utile per azione è stato di 0,884 euro.

A fine 2016 l’indebitamento netto del gruppo era salito a 257,3 milioni di euro, rispetto ai 255 milioni di inizio anno, a causa di esborsi per acquisizioni di partecipazioni per 39,6 milioni e acquisto di azioni proprie per 43,3 milioni, oltre al pagamento di dividendi per 21,2 milioni. Nel 2016 le attività operative di Interpump hanno generato un flusso di cassa di 125,81 milioni di euro.

 

Il management di Interpump ha proposto la distribuzione del dividendo 2017, relativo all'esercizio 2016, per un ammontare di 0,2 euro, in aumento rispetto agli 0,19 euro assegnati lo scorso anno; la cedola sarà staccata il 15 maggio e messa in pagamento il 17 maggio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: interpump , bilanci 2016 , dividendi

Guide Lavoro

Cosa è il codice Ateco e a chi serve

Il codice Ateco serve per classificare l’attività economica svolta in regime di partita Iva e capire quindi quale è il regime fiscale e contributivo che si applica a chi svolge una certa attività economica

da

ABCRisparmio

Cosa è e a cosa serve l'Isee

Cosa è e a cosa serve l'Isee

L’Isee è una sorta di "carta di identità" economica in base alla quale la pubblica amministrazione valuta se un cittadino ha diritto o meno a determinate prestazioni o agevolazioni Continua »