NAVIGA IL SITO

IGD, i conti del 2020. Niente dividendo

di Edoardo Fagnani 25 feb 2021 ore 13:57 Le news sul tuo Smartphone

gruppoigdIGD ha comunicato i risultati finanziari del 2020, influenzati dalle varie misure restrittive adottate dal governo italiano nel corso dell’anno e tuttora in vigore per far fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19. La società – quotata al segmento STAR e attiva nel settore immobiliare retail – ha chiuso l’esercizio con ricavi da attività locativa per 145,58 milioni di euro, in contrazione del 6,2% rispetto ai 155,26 milioni realizzati nel 2019. In peggioramento anche il margine operativo lordo (-20,6%), sceso da 124,6 milioni a 98,7 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità si è ridotta al 64,7%. IGD ha terminato il 2020 con una perdita netta di 74,32 milioni di euro, in conseguenza a svalutazioni e adeguamenti per 161,58 milioni. Nell’intero esercizio l’utile netto ricorrente (FFO) è stato pari a 59,3 milioni di euro, in calo del 28,8% rispetto al risultato del 2019.

A fine 2020 l’indebitamento netto di IGD ammontava a 1,16 miliardi di euro, in linea con il valore di inizio anno. Alla stessa data il patrimonio immobiliare del gruppo era pari a 2,27 miliardi di euro, in calo del 4,9% rispetto al valore di inizio anno.

 

IGD ha segnalato che i primi mesi del 2021 saranno ancora caratterizzati da difficoltà operative per i centri commerciali, derivanti dalle restrizioni tuttora in essere, ed è quindi verosimile che la società sarà ancora impattata direttamente e indirettamente dalla pandemia. Assumendo però l’implementazione di un efficace piano vaccinale (che dovrebbe portare ad una sensibile riduzione dei contagi e della pericolosità del virus e quindi a un progressivo allentamento delle misure restrittive) e ipotizzando uno scenario di graduale ripresa economica e dei consumi nel corso del 2021, in particolare a partire dal secondo semestre, il management stima una crescita dell’FFO per l’intero 2021 in un intervallo compreso tra +3% e +4%.

Inoltre, in linea con l’obiettivo strategico di mantenere un profilo investment grade, IGD ha dato mandato a CBRE (primario advisor internazionale) di avviare una procedura per la cessione di un portafoglio composto da ipermercati e supermercati stand-alone, per un valore di circa 185 milioni di euro. I proventi dell’operazione saranno destinati alla riduzione del Loan to Value, con l’intenzione di portare questo rapporto il più velocemente possibile in area 45% o inferiore.

 

In considerazione del risultato d’esercizio negativo registrato dalla capogruppo e nell’ottica di salvaguardare l’equilibrio finanziario e il profilo investment grade, il consiglio di amministrazione di IGD ha proposto di non erogare dividendi per l’anno 2020. Tuttavia, la società ha precisato che non appena le condizioni esterne lo permetteranno, è intenzione riprendere a distribuire la cedola.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: igd , bilanci 2020