NAVIGA IL SITO

Generali, tutti i numeri del 2018. Dividendo 2019 di 0,9 euro

I numeri hanno evidenziato un incremento della redditività operativa che si è attestata oltre i target fissati nel piano industriale per il periodo 2015/2018.

di Edoardo Fagnani 14 mar 2019 ore 11:19

Generali ha diffuso i risultati del 2018. I numeri hanno evidenziato un incremento della redditività operativa che si è attestata oltre i target fissati nel piano industriale per il periodo 2015/2018.

Il dividendo è aumetato del 5,9% rispetto allo scorso anno.

 

CONTI GENERALI 2018: REDDITIVITA' IN AUMENTO

generali-logoGenerali ha terminato lo scorso anno con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 2,31 miliardi di euro, in aumento del 9,4% rispetto ai 2,31 miliardi contabilizzati nell’esercizio precedente e riflette il miglioramento del risultato operativo, nonché il contributo derivante dalle attività in dismissione o cedute; l’utile per azione è stato di 1,46 euro.

In miglioramento anche il risultato operativo, che lo scorso anno è aumentato del 3%, passando da 4,86 miliardi a 4,83 miliardi di euro.

I premi complessivi nel 2018 sono saliti del 4,9% a 66,69 miliardi di euro, per effetto dell'incremento registrato nel ramo vita (+5,2%).

 

CONTI GENERALI 2018: I DATI PATRIMONIALI

A fine 2018 il patrimonio netto della compagnia ammontava a 23,6 miliardi di euro, in flessione dai 25,08 miliardi di inizio anno.

Sempre a fine esercizio il Regulatory Solvency Ratio, che indica la solidità patrimoniale della compagnia assicurativa, era pari al 216%, in miglioramento rispetto al 207% di inizio anno, nonostante l’andamento sfavorevole dei mercati finanziari.

 

CONTI GENERALI, LE INDICAZIONI PER IL 2019

Generali ha segnalato nel 2019 è previsto un rallentamento complessivo delle dinamiche di crescita economica: nell’Eurozona la crescita del PIL dovrebbe scendere all’1%, dall’1,9% del 2018.

In questo scenario, nel segmento vita la compagnia assicurativa proseguirà la strategia di ribilanciamento del portafoglio per rafforzare ulteriormente la profittabilità, con una logica di più efficiente allocazione di capitale.

Nel ramo danni, il management prevede un rafforzamento della raccolta premi nelle principali aree geografiche in cui opera la compagnia, con una forte attenzione ai mercati ad alto potenziale di crescita.

Infine, la politica degli investimenti di Generali continuerà a basarsi su un’asset allocation volta a consolidare la redditività corrente e a garantire la coerenza con le passività verso gli assicurati.

 

CONTI GENERALI, IL DIVIDENDO 2019

Il management di Generali ha proposto la distribuzione del dividendo 2018, relativo all'esercizio 2018, per un ammontare di 0,9 euro per azione, in aumento rispetto agli 0,85 euro assegnati lo scorso anno; la cedola sarà staccata il 20 maggio e messa in pagamento il 22 maggio.

Il payout ratio si attesta al 61,2% dal 63% del 2017. Al prezzo di chiusura del 13 marzo 2019 il dividendo Generali garantisce un rendimento di circa il 5,7%.

 

GENERALI, PHILIPPE DONNET COMMENTA I CONTI DEL 2018

L'amministratore delegato di Generali, Philippe Donnet, ha precisato che la compagnia si trova nella posizione di raggiungere i target finanziari fissati per il 2021 anche senza l'apporto di eventuali operazioni straordinarie; inoltre, il manager ha confermato l'obiettivo di crescita annuo dell'utile per azione fissato tra il 6% e l'8%.

Donnet ha segnalato che a fine 2018 Generali aveva in portafoglio Btp per un ammontare di 59 miliardi di euro, su asset totali per 500 miliardi.

Tutte le ultime su: generali , bilanci 2018 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

Carta del docente: a cosa serve e come si usa

La Carta del docente è uno strumento per spese di formazione e aggiornamento professionale degli insegnati di ruolo in istituzioni scolastiche pubbliche Continua »