NAVIGA IL SITO

Fincantieri, i conti del 2017. Dividendo 2018 di 0,01 euro

Fincantieri ha chiuso il 2017 con ricavi e redditività in miglioramento; di conseguenza, il management ha deciso di proporre la distribuzione del dividendo

di Edoardo Fagnani 27 mar 2018 ore 20:12

Fincantieri ha comunicato i risultati del 2017, esercizio chiuso con ricavi e redditività in miglioramento; di conseguenza, il management ha deciso di proporre la distribuzione del dividendo 2018 (relativo all'esercizio 2017).

Il CdA dell'azienda ha approvato anche il piano industriale per il periodo 2018-2022.

 

Nel dettaglio, Fincantieri ha chiuso il 2017 con ricavi per 5,02 miliardi di euro, in aumento del 13,3% rispetto ai 4,43 miliardi ottenuti nell’esercizio precedente; la variazione del giro d’affari è principalmente dovuta all’incremento dei ricavi del settore Shipbuilding, in particolare dell’area di business navi da crociera, che ha raggiunto un peso pari al 49% dei ricavi complessivi del gruppo. Lo scorso esercizio ha evidenziato un’incidenza dei ricavi generati dal gruppo con clienti esteri pari all’85%, in leggero aumento rispetto all’84% del 2016.

In forte miglioramento anche il margine operativo lordo, che è passato da 267 milioni a 341 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità si è attestata al 6,8%.

La società ha terminato lo scorso esercizio con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 57 milioni di euro, rispetto ai 25 milioni contabilizzati nel 2016.

 

fincantieri-logoA fine 2017 l’indebitamento netto era sceso a 314 milioni di euro, dai 615 milioni di inizio anno. Il management ha segnalato che la variazione è prevalentemente influenzata dall’incasso della rata finale delle unità cruise consegnate, che, unitamente agli anticipi incassati in relazione ai nuovi contratti cruise e militari divenuti efficaci nel periodo, hanno più che compensato l’assorbimento di risorse finanziarie generato dalla crescita dei volumi di produzione.

Gli investimenti effettuati nel corso del 2017 ammontano a 163 milioni di euro, di cui 55 milioni in attività immateriali (31 milioni per progetti di sviluppo) e 108 milioni in immobili, impianti e macchinari. L’incidenza degli investimenti sui ricavi sviluppati da parte del gruppo è pari al 3,2% nel 2017 rispetto al 5,1% nel 2016.

Sempre a fine 2017 il portafoglio ordini ammontava a 26,1 miliardi di euro (circa 5,2 anni di lavoro se rapportato ai ricavi del 2017), con uno sviluppo delle commesse in portafoglio previsto fino al 2026.

 

Fincantieri prevede per l’esercizio 2018 ricavi in crescita del 3-6% rispetto al 2017, mentre la marginalità dovrebeb crescere al 7,5%.

 

Il management di Fincantieri ha proposto la distribuzione di un dividendo 2018, relativo all’esercizio 2017, di 0,01 euro per ogni azione ordinaria; la cedola sarà staccata il 21 maggio e messa in pagamento il 23 maggio.

Tutte le ultime su: fincantieri , bilanci 2017 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Fattura elettronica, chi ha l'obbligo di emetterla e come deve adempiervi

La fattura elettronica è il documento fiscale telematico che deve essere emesso per la cessione di un bene o la prestazione di un servizio. Tutto quello da sapere

da

ABCRisparmio

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Dal 2020 possono usufruire dell’assegno mensile di sostentamento, meglio noto come “Bonus Bebè”, tutte le famiglie senza limiti reddituali Continua »