NAVIGA IL SITO

Enel, i dati del 1° trimestre 2023

Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2023.

di Redazione Soldionline 3 mag 2023 ore 20:27

enel_21Enel ha comunicato i risultati finanziari del 1° trimestre del 2023, periodo che ha visto un calo dei ricavi e un miglioramento della redditività. In diminuzione anche l’indebitamento.

Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2023.

 

Enel, ricavi e redditività nel 1° trimestre 2023

Il colosso elettrico ha terminato il periodo in esame con ricavi in calo del 22,6%: il giro d’affari del colosso elettrico è passato da 34,14 miliardi (dato rivisto) a 26,41 miliardi di euro. Enel ha precisato che la variazione è principalmente riconducibile a una progressiva discesa dei prezzi dell’energia a seguito della normalizzazione del contesto energetico.

In forte aumento, invece, il margine operativo lordo ordinario, salito da 4,49 miliardi a 5,46 miliardi di euro (+21,8%). Enel ha segnalato che la variazione positiva è essenzialmente riconducibile alla performance del business integrato, come combinazione dei business di Generazione Termoelettrica e Trading, Enel Green Power, Mercati Finali ed Enel X - che ha registrato un incremento del margine operativo lordo ordinario di circa 750 milioni di euro - e al positivo andamento di Enel Grids.

L’utile netto ordinario è cresciuto dell’1,9%, passando da 1,48 miliardi a 1,51 miliardi di euro. Il management di Enel ha segnalato che la variazione riflette l’andamento positivo della gestione operativa ordinaria, che ha più che compensato l’incremento degli oneri finanziari netti, dovuto all’aumento dei tassi di interesse combinato al maggior debito lordo del periodo rispetto al primo trimestre 2022, nonché il maggior carico fiscale e l’incremento delle interessenze dei terzi per i risultati conseguiti sostanzialmente in Spagna, America Latina e Romania. L’utile netto si è attestato a 1,03 miliardi.

 

Enel, la situazione patrimoniale a fine marzo 2023

A fine marzo 2023 l’indebitamento netto era sceso a 58,9 miliardi di euro, rispetto ai 60,07 miliardi di inizio anno. Alla stessa data l’incidenza dell’indebitamento finanziario netto sul patrimonio netto complessivo, il cosiddetto rapporto debt to equity, era pari a 1,27 (1,43 al 31 dicembre 2022).

Nell’intero trimestre le attività operative di Enel hanno generato cassa per 3,42 miliardi di euro, mentre gli investimenti sono aumentati del 13,4% a 2,87 miliardi di euro.

 

Enel, confermate le stime per il 2023

Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2023.

I vertici del colosso elettrico prevedono di chiudere l’esercizio in corso con un margine operativo lordo compreso tra i 20,4 miliardi e i 21 miliardi di euro, mentre l’utile netto ordinario dovrebbe collocarsi tra i 6,1 e i 6,3 miliardi di euro, con un indebitamento finanziario netto compreso tra 51 e 52 miliardi di euro.

Il dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023) è previsto pari ad almeno 0,43 euro.

Tutte le ultime su: enel , primo trimestre 2023
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.