NAVIGA IL SITO

Enel, i conti dei primi nove mesi del 2020. C'è l'acconto sul dividendo

Enel ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2021 (relativo all'esercizio 2020) per un ammontare di 0,175 euro per azione

di Edoardo Fagnani 5 nov 2020 ore 18:25

enel-logo-marchioEnel ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2020, che hanno confermato il trend evidenziato nella prima metà dell’esercizio.

Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2020 e ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2021 (relativo all'esercizio 2020).

 

Enel, i conti dei primi nove mesi del 2020

Il colosso elettrico ha terminato il periodo in esame con ricavi in contrazione del 19%: il giro d’affari del colosso elettrico è passato da 59,33 miliardi a 48,05 miliardi di euro. La società ha precisato che la variazione è principalmente attribuibile ai mercati finali per effetto delle minori quantità di energia elettrica venduta in Italia e Spagna sostanzialmente a causa dell’impatto dell’epidemia da COVID-19, alle attività di Generazione Termoelettrica e Trading in Italia per le minori attività di trading e per gli effetti connessi all’applicazione delle interpretazioni dell’IFRIC, nonché all’effetto cambi negativo in America Latina.

Più limitata la flessione del margine operativo lordo, sceso da 13,27 miliardi a 13,15 miliardi di euro (-3,8%), grazie alla variazione positiva, pari a 353 milioni di euro, di Generazione Termoelettrica e Trading.

Al contrario, l’utile netto ordinario è salito del 9%, passando da 3,3 miliardi a 3,59 miliardi di euro, in conseguenza al miglior risultato della gestione operativa ordinaria, al decremento degli oneri finanziari e alle minori interessenze di terzi. L’utile netto si è attestato a 2,92 miliardi.

 

Enel, la situazione patrimoniale a fine settembre 2020

A fine settembre 2020 l’indebitamento netto era cresciuto a 48,95 miliardi di euro, rispetto ai 45,18 miliardi di inizio anno, in seguito al fabbisogno generato dagli investimenti del periodo (6,56 miliardi di euro), al pagamento di dividendi per complessivi 4,63 miliardi di euro e alle operazioni straordinarie per l’acquisto di ulteriori partecipazioni nel capitale sociale di Enel Américas e Enel Chile (1,07 miliardi di euro). Alla stessa data l’incidenza dell’indebitamento finanziario netto sul patrimonio netto complessivo, il cosiddetto rapporto debt to equity, è pari a 1,13 (0,96 al 31 dicembre 2019).

Nei primi nove mesi del 2020 le attività operative di Enel hanno generato un flusso di cassa di 6,56 miliardi di euro.

 

Enel, confermato le stime per il 2020

Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2020, aggiornati in occasione della diffusione dei risultati semestrali.

I vertici del colosso elettrico prevedono di chiudere l’esercizio in corso con un margine operativo lordo di circa 18 miliardi di euro, mentre l’utile netto ordinario dovrebbe collocarsi tra i 5 e i 5,2 miliardi di euro. A fine anno l’indebitamento netto dovrebbe attestarsi in un range compreso tra 48 e 49 miliardi di euro.

 

Enel, acconto sul dividendo 2021

Sulla base dei risultati dei primi nove mesi del 2020, il management di Enel ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2021 (relativo all'esercizio 2020) per un ammontare di 0,175 euro per azione, in crescita del 9,4% rispetto all’acconto distribuito a gennaio 2020. La cedola sarà staccata il 18 gennaio 2021 e messa in pagamento il 20 gennaio.

Enel ha precisato che l’ammontare dell’acconto sul dividendo è coerente con la politica dei dividendi contemplata dal Piano Strategico 2020-2022, che prevede l’erogazione di un dividendo complessivo sui risultati dell’esercizio 2020 pari all’importo più elevato tra 0,35 euro per azione e il 70% del risultato netto ordinario del gruppo.

Tutte le ultime su: enel , terzo trimestre 2020 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »