NAVIGA IL SITO

Enel, i conti del 2023. Saldo dividendo 2024 di 0,215 euro

Il management di Enel ha anche fornito alcuni target finanziari relativi all’esercizio 2024 e ha confermato la politica dei dividendi

di Redazione Soldionline 21 mar 2024 ore 18:08

enel_21Enel ha comunicato i risultati finanziari del 2023, esercizio che ha visto una contrazione dei ricavi e un aumento della redditività. In calo l’indebitamento.

Il management di Enel ha anche fornito alcuni target finanziari relativi all’esercizio 2024 e ha comunicato l’ammontare del saldo del dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023).

 

Enel, ricavi e redditività nel 2023

Il colosso elettrico ha terminato lo scorso anno con ricavi in contrazione del 32%: il giro d’affari del colosso elettrico è passato da 140,52 miliardi (dato rivisto) a 95,57 miliardi di euro. Enel ha precisato che la variazione è da ricondurre principalmente ai minori prezzi medi di vendita in un contesto caratterizzato da una progressiva normalizzazione del settore energetico rispetto al 2022, nonché al differente perimetro di consolidamento.

In aumento, invece, il margine operativo lordo ordinario, salito da 19,68 miliardi (dato rivisto) a 21,97 miliardi di euro (+11,6%). Enel ha segnalato che l’incremento è riconducibile al risultato positivo dei business integrati e delle attività di distribuzione, al netto delle variazioni di perimetro e delle operazioni di Stewardship rispetto al precedente esercizio. Le stime di consensus degli analisti pubblicate sul sito internet di Enel e aggiornate al 27 febbraio 2024, indicavano un margine operativo lordo a 21,76 miliardi di euro, con un intervallo di stima compreso tra i 20,99 miliardi di euro e i 22,35 miliardi di euro.

L’utile netto ordinario è balzato del 20,7%, passando da 5,39 miliardi a 6,51 miliardi di euro. Il management di Enel ha segnalato che il risultato è stato superiore alla guidance comunicata ai mercati finanziari, pari a 6,4-6,7 miliardi di euro. Il consensus indicava un utile netto ordinario di circa 6,49 miliardi di euro (minimo di 5,88 miliardi di euro e massimo di 6,71 miliardi di euro). L’utile netto di gruppo è stato pari a 3,44 miliardi di euro.

 

Enel, la situazione patrimoniale a fine 2023

A fine dicembre 2023 l’indebitamento netto era sceso a 60,16 miliardi di euro, rispetto ai 60,66 miliardi di inizio anno. Enel ha segnalato che i positivi flussi di cassa generati dalla gestione operativa, la cessione di talune partecipazioni ritenute non più strategiche, gli effetti derivanti dall’emissione di prestiti obbligazionari non convertibili subordinati ibridi perpetui e la rilevazione dei contributi a sostegno degli investimenti hanno più che compensato il fabbisogno generato dagli investimenti del periodo e il pagamento dei dividendi. Alla stessa data l’incidenza dell’indebitamento finanziario netto sul patrimonio netto complessivo, il cosiddetto rapporto debt to equity, era pari a 1,33 (1,44 al 31 dicembre 2022).

Nell’intero 2023 le attività operative di Enel hanno generato cassa per 14,62 miliardi di euro, mentre gli investimenti sono stati pari a 12,71 miliardi di euro, in diminuzione di 1,63 miliardi di euro rispetto al 2022 (-11,4%). La variazione è riconducibile essenzialmente al differente perimetro di consolidamento rispetto al 2022 e alla strategia di miglioramento del profilo rischio/rendimento degli investimenti, con una maggiore concentrazione di questi ultimi in Europa.

 

Enel, le stime per il 2024

Il management di Enel ha fornito alcuni target finanziari relativi all’esercizio 2024.

I vertici del colosso elettrico prevedono di chiudere l’esercizio in corso con un margine operativo lordo compreso tra i 22,1 e i 22,8 miliardi di euro, mentre l’utile netto ordinario dovrebbe collocarsi tra i 6,6 e i 6,8 miliardi di euro.

Il dividendo 2025 (relativo all’esercizio 2024) è previsto come minimo a 0,43 euro, con un aumento potenziale fino a un payout del 70% sull'utile netto ordinario in caso di raggiungimento della neutralità dei flussi di cassa.

 

Enel, il dividendo 2024

Il management di Enel ha proposto la distribuzione di un dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023) di 0,43 euro per azione, da cui vanno detratti gli 0,215 euro corrisposti a gennaio 2024 quale acconto. Il saldo della cedola, pari a 0,215 euro, sarà staccato lunedì 22 luglio 2024 con pagamento dal 24 luglio.

Il monte dividendi risulta quindi pari a circa 4,37 miliardi di euro, in linea con la politica dei dividendi per l’esercizio 2023 annunciata al mercato.

Il dividendo 2024 di Enel è aumentato del 7,5% rispetto agli 0,4 euro corrisposti lo scorso esercizio.

Sulla base del prezzo di chiusura di Enel nella seduta del 21 marzo 2024 (6,07 euro), l’intero dividendo garantisce un rendimento del 7,08%, mentre quello del saldo è pari al 3,54%.

Tutte le ultime su: bilanci 2024 , dividendi , enel
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.