NAVIGA IL SITO

ENAV: conti 2017, dividendo 2018 e piano industriale

di Edoardo Fagnani 12 mar 2018 ore 14:22 Le news sul tuo Smartphone

enav_2ENAV ha chiuso il 2017 con ricavi per 881,82 milioni di euro, in aumento dell’1,9% rispetto agli 862,27 milioni ottenuti nell’esercizio precedente. per un effetto combinato dell’aumento dei ricavi da attività operativa e della riduzione del balance (il meccanismo che prevede per ENAV il recupero o la restituzione ai vettori degli effetti derivanti dallo scostamento tra il traffico aereo previsto nel piano tariffario e quello a consuntivo nonché il recupero dei costi e del traffico per i servizi erogati sugli aeroporti di terza fascia – meno di 70.000 movimenti annui). In forte aumento il margine operativo lordo (+11,3%), che è passato da 254,88 milioni a 283,6 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è salita dal 29,5% al 32,2%. ENAV ha terminato lo scorso anno con un utile netto di 101,5 milioni di euro, il 32,9% in più rispetto ai 76,35 milioni contabilizzati nel 2016.

A fine 2017, l’indebitamento netto era salito a 117,48 milioni di euro, rispetto ai 100,12 milioni di inizio anno.

Il management di ENAV ha proposto la distribuzione di un dividendo 2018, relativo all’esercizio 2017, di 0,1864 euro per azione, pari a 101 milioni di euro; la cedola sarà staccata il 21 maggio e messa in pagamento il 23 maggio. Inoltre, la società prevede di poter indicare un dividendo per il 2019, relativo all’esercizio 2018, in crescita del 4%.

 

Inoltre, il consiglio di amministrazione di ENAV ha approvato il piano industriale 2018-2022 con l’obiettivo di cogliere al meglio e valorizzare le opportunità che emergono da un sempre più dinamico mercato nazionale ed internazionale del controllo del traffico aereo e dei servizi ad esso associati.

In particolare, i vertici di ENAV prevedono per il 2018 ricavi netti ricavi netti stabili o in crescita di poco meno del 5% per effetto della riduzione della tariffa regolamentata in un contesto di crescita del traffico, e un EBITDA margin in linea con il 2017, intorno al 32%.

Nel periodo 2018-2022, i ricavi netti sono previsti in aumento tra lo 0% e il 5%. La società prevede di mantenere un trend di sviluppo dei costi sul periodo 2018-2022 inferiore al tasso di inflazione, tale da poter raggiungere un EBIT margin nella forchetta 17-18% al 2022. Nel periodo in esame il management prevede di proporre una crescita annua del dividendo del 4%, a partire dal dividendo 2018, pari a 101 milioni di euro.

 

Gli investimenti nel 2018 subiranno un’accelerazione legata all’avvio delle principali iniziative del piano industriale 2018-2022 e saranno nell’ordine dei 125 milioni di euro, rispetto ai 115 milioni di euro del 2017. Nel contesto del piano industriale ENAV prevede di investire, nei prossimi 5 anni, complessivamente circa 650 milioni di euro, autofinanziati, finalizzati allo sviluppo e all’implementazione di nuove piattaforme tecnologiche, alla formazione e addestramento del proprio personale e alla modernizzazione e trasformazione di alcune infrastrutture

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enav , bilanci 2017 , dividendi

Guide Lavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »