NAVIGA IL SITO

doBank, i conti del 2017. Dividendo 2018 di 0,394 euro

di Edoardo Fagnani 14 mar 2018 ore 07:12 Le news sul tuo Smartphone

dobankdoBank ha chiuso il 2017 con ricavi lordi per 213,02 milioni di euro, in aumento del 3% rispetto ai 206,18 milioni dell’aggregato relativo all’esercizio precedente. In particolare, i ricavi di Servicing (core business del gruppo) sono stati pari a 196,55 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto ai 191,75 milioni dell’esercizio 2016. L’utile netto è balzato da 40,39 milioni (dato proforma) a 44,99 milioni di euro (+14%); di conseguenza l’utile per azione è stato di 0,58 euro.

A fine 2017 la posizione finanziaria netta era positiva per 38,61 milioni di euro, rispetto ai 29,46 milioni di inizio anno. Alla stessa data il CET1 ratio era pari al 26,4% rispetto al 20,6% del 31 dicembre 2016 con un miglioramento legato prevalentemente all’incremento dei Fondi Propri. Alla stessa data l’Asset Under Management era pari a 76,7 miliardi di euro, rispetto agli 80,9 miliardi di inizio anno, includendo l’effetto di nuovi volumi in gestione per 3 miliardi e sottraendo l’effetto di incassi, cancellazioni e cessioni di portafogli.

 

Per l’esercizio 2018 doBank si attende un rilevante incremento di asset under management, di cui oltre 11 miliardi di euro nel solo primo trimestre, e un miglioramento della capacità di recupero che porterà ad una crescita significativa degli incassi. Inoltre, la società continuerà a beneficiare della leva operativa con un riflesso positivo sull’EBITDA e sulla generazione di cassa in termini di EBITDA-Capex. Infine, doBank prevede di presentare un aggiornamento del piano industriale entro la prima metà del 2018.

 

Il management di doBank ha proposto la distribuzione del dividendo 2018, relativo all'esercizio 2017, per un ammontare di 0,394 euro, corrispondente al 70% dell’utile consolidato; la cedola sarà staccata il 21 maggio e messa in pagamento il 23 maggio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: dobank , bilanci 2017 , dividendi

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Bonus facciate cos'è e come funzionano le detrazioni

Bonus facciate cos'è e come funzionano le detrazioni

A partire dal primo gennaio 2020 le spese sostenute e documentate per interventi di recupero e restauro delle facciate degli edifici già esistenti beneficeranno di una detrazione fiscale Continua »