NAVIGA IL SITO

Digital Bros, i conti dell'esercizio 2017/2018

di Edoardo Fagnani 13 set 2018 ore 21:56 Le news sul tuo Smartphone

digital-bros-logoDigital Bros ha terminato l’esercizio 2017/2018 (l’azienda chiude il bilancio il 30 giugno) con ricavi per 76,04 milioni di euro, in contrazione del 42,7% rispetto ai 132,68 milioni realizzati nell’esercizio precedente. Il giro d’affari dell’esercizio 2016/2017 aveva beneficiato della distribuzione internazionale delle versioni console del videogioco Assetto Corsa e delle vendite derivanti dal videogioco Rocket League. In peggioramento anche il margine operativo lordo, che si è ridotto da 18,55 milioni a 4,29 milioni di euro (-76,9%). Digital Bros ha terminato lo scorso esercizio con un utile netto di 9,17 milioni di euro, risultato che si confronta con gli 11,3 milioni del 2016/2017. Digital Bros ha segnalato che la plusvalenza lorda realizzata a seguito della vendita della partecipazione non strategica in Pipeworks è stata pari a 13,95 milioni. L’utile per azione è stato di 0,65 euro.

A fine giugno la posizione finanziaria netta era negativa per 1,08 milioni di euro, in peggioramento rispetto al valore positivo di 12,03 milioni di inizio esercizio.

 

Il management di Digital Bros prevede che l’esercizio 2018/2019 possa concludersi con ricavi compresi tra i 145 e i 190 milioni di euro, per effetto dell’uscita, nel corso del mese di febbraio 2019, del videogioco OVERKILL’s the Walking Dead. Inoltre, la crescita attesa dei ricavi sarà riflessa sulla redditività operativa nel corso del prossimo esercizio.

 

I vertici di Digital Bros hanno proposto di riportare a nuovo l’utile di esercizio e non provvedere alla distribuzione dei dividendi in modo da poter destinare le risorse finanziarie agli investimenti necessari per sostenere le grosse produzioni di videogiochi attualmente in corso e che usciranno sul mercato a partire dal prossimo esercizio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: digital bros , primo semestre 2018