NAVIGA IL SITO

De Longhi, i conti dei primi nove mesi del 2019

di Edoardo Fagnani 7 nov 2019 ore 13:32 Le news sul tuo Smartphone

delonghi-group_1De Longhi ha diffuso i risultati economici e finanziari dei primi nove mesi del 2019. Nel periodo in esame la società ha realizzato ricavi per 1,303 miliardi di euro, in aumento dello 0,3% rispetto agli 1,3 miliardi ottenuti nei primi tre trimestri dello scorso anno; a parità di tassi di cambio e di perimetro di gruppo il fatturato sarebbe sceso dell’1,1%. In calo il margine operativo lordo, passato da 157,1 milioni a 153,3 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità si è ridotta dal 12,1% all’11,8%. De Longhi ha chiuso il periodo gennaio-settembre con un utile netto di 71,8 milioni di euro, risultato che si confronta con gli 82 milioni contabilizzati nei primi nove mesi del 2018.

Nel solo terzo trimestre i ricavi di De Longhi sono cresciuti del 2,8% a 458,2 milioni di euro (+1,6% a livello organico), mentre l’utile netto è salito da 26 milioni a 29 milioni di euro.

 

A fine settembre la posizione finanziaria netta era positiva per 101,5 milioni di euro, anche se in peggioramento rispetto ai 228,1 milioni di inizio anno, in conseguenza all’esborso di 55,3 milioni di euro relativo al pagamento dei dividendi e all’applicazione dei nuovi principi contabili. 

 

I vertici di De Longhi ritengono fondamentale accelerare il piano di investimenti in marketing e comunicazione. Gli investimenti incrementali saranno nell’ordine dell’1% circa dei ricavi annui, con potenziali impatti diluitivi dei margini nel più breve termine.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: de longhi , terzo trimestre 2019