NAVIGA IL SITO

BPER, sale l'utile nel 2015. Dividendo 2016 di 0,1 euro

A fine 2015 i crediti alla clientela, al netto delle rettifiche, ammontavano a 43,7 miliardi di euro. Alla stessa data i crediti deteriorati erano scesi del 2,6%

di Edoardo Fagnani 11 feb 2016 ore 18:25

La Popolare dell’Emilia Romagna ha comunicato i risultati preliminari del 2015, esercizio chiuso con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 220,66 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 14,78 milioni ottenuti nell’esercizio precedente, in seguito a minori rettifiche su crediti.
In miglioramento anche il risultato di gestione, che è salito da 955,94 milioni a un miliardo di euro (+4,9%).
La redditività operativa è crescita del 6,9%, passando da 2,22 miliardi a 2,37 miliardi di euro.

popolare-emilia-romagnaA fine 2015 i crediti alla clientela, al netto delle rettifiche, ammontavano a 43,7 miliardi di euro, in flessione dello 0,5% rispetto al valore di inizio anno, ma in aumento dello 0,6% rispetto al dato di fine settembre.
Alla stessa data i crediti deteriorati erano scesi del 2,6% a 6,4 miliardi di euro. L’incidenza dei crediti dubbi sull’ammontare complessivo dei crediti si era attestata al 14,54%, mentre il livello di copertura è aumentato al 44,2% rispetto al 40,7% della fine dello scorso anno, senza considerare il valore delle garanzie reali e personali.
Sempre a fine 2015 il Common Equity Tier 1 era pari all’11,54% (11,21% fully based), ampiamente superiore ai requisiti minimi richiesti dallo “SREP” pari al 9,25%.
A fine anno i titoli di debito erano pari a 10,7 miliardi di euro, in gran parte rappresentati da titoli di stato italiani.

Il management della Popolare dell’Emilia Romagna ha segnalato che un contributo positivo ai ricavi è atteso dalla componente commissionale, specie per ciò che riguarda il comparto dell’asset management. Inoltre, il rallentamento dei flussi di nuovi crediti problematici registrato nel corso dell’esercizio appena concluso dovrebbe continuare anche nel 2016, contribuendo a migliorare sensibilmente il costo del credito rispetto al 2015.
Secondo i vertici della banca l’insieme di questi fattori dovrebbe sostenere le prospettive di redditività ordinaria dell’istituto per l’anno in corso.

Il management della Popolare dell’Emilia Romagna ha proposto la distribuzione di un dividendo 2016 (relativo al bilancio del 2015) di 0,1 euro per azione, in aumento rispetto agli 0,02 euro assegnati lo scorso anno. La cedola sarà staccata il 23 maggio e messa in pagamento il 25 maggio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.