NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » BPER Banca, i conti del primo semestre 2018

BPER Banca, i conti del primo semestre 2018

Il numero uno della banca, Alessandro Vandelli, ha segnalato che proseguono secondo le attese le attività relative alla seconda cartolarizzazione su crediti in sofferenza per circa 2 miliardi di euro

di Edoardo Fagnani 7 ago 2018 ore 18:21

BPER Banca ha comunicato i risultati del primo semestre del 2018, periodo chiuso con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 307,89 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 119,06 milioni ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno (+159%); il risultato è stato condizionato da utili netti realizzati su titoli e derivati per un ammontare di 172,9 milioni di euro.

Il risultato della gestione operativa è cresciuto del 23%, passando da 387,74 milioni a 476,72 milioni di euro, supportato in particolare dall’andamento molto positivo delle commissioni nette e dal risultato della finanza, anche grazie a utili realizzati su titoli di debito.

Il margine di interesse è salito da 570,12 milioni a 573,5 milioni di euro.

 

bper-logoA fine giugno i crediti alla clientela, al netto delle rettifiche di valore, ammontavano a 45,8 miliardi di euro, in contrazione rispetto ai 46,5 miliardi di inizio anno, ma in crescita di 0,4 miliardi rispetto al 31 marzo 2018, includendo anche gli effetti dell’operazione di cartolarizzazione di sofferenze della controllata Banco di Sardegna “4Mori Sardegna” conclusa in giugno.

Alla stessa data i crediti deteriorati netti (sofferenze, inadempienze probabili e scaduti) erano pari a 3,8 miliardi di euro (-0,5 miliardi rispetto al 1° gennaio 2018), con un coverage ratio complessivo pari al 56,9% in rilevante aumento di dal 48,7% del 31 dicembre 2017.

Sempre a fine giugno il Common Equity Tier 1 era pari al 14,72%, rispetto al 13,89% di inizio anno, sulla base di un patrimonio netto pari a 4,7 miliardi di euro.Il dato è nettamente superiore al requisito minimo SREP definito dalla BCE all’8,125%.

Alla stessa data i titoli di debito erano pari a 15,4 miliardi di euro; di questi, 6,5 miliardi erano riferiti a titoli governativi, in gran parte rappresentati da titoli di Stato italiani.

 

Il management di BPER Banca ha segnalato che nel secondo semestre del 2018 la pressione sul margine d’interesse dovuta al persistere dei tassi di mercato sui livelli minimi dovrebbe essere controbilanciata dall’incremento atteso dei volumi e dall’allentamento delle tensioni competitive sul rendimento degli attivi commerciali. Inoltre, un contributo significativo alla redditività del gruppo è atteso dalla strutturale riduzione del costo del credito, prevalentemente legata all’ulteriore miglioramento della qualità del credito.

Secondo il management di BPER Banca, l’insieme di questi fattori dovrebbe contribuire a sostenere le prospettive di redditività dell'istituto per l’anno in corso.

Il numero uno della banca, Alessandro Vandelli, ha segnalato che proseguono secondo le attese le attività relative alla seconda cartolarizzazione su crediti in sofferenza per circa 2 miliardi di euro, che dovrebbe essere finalizzata entro la fine dell’anno.

Inoltre, dopo l'estate, BPER Banca procederà con l'approvazione del nuovo piano industriale.

Tutti gli articoli su: bper banca , primo semestre 2018 Quotazioni: BPER BANCA
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »