NAVIGA IL SITO

BPER Banca, i risultati dei primi nove mesi del 2019

Il management di BPER Banca ha segnalato che nell’ultima parte dell’anno i ricavi sono attesi in sostanziale tenuta

di Edoardo Fagnani 12 nov 2019 ore 09:53

bper-bancaBPER Banca ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2019.

 

L'istituto ha terminato il periodo in esame con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 522,93 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 358,13 milioni contabilizzati nei primi tre trimestri dello scorso anno. Il management ha segnalato che sull’utile dei nove mesi hanno inciso rilevanti componenti straordinarie tra cui il badwill provvisorio generato dall’acquisizione di Unipol Banca pari a 353,8 milioni e maggiori accantonamenti su crediti anche in coerenza con la prevista accelerazione del processo di de-risking. Inoltre, BPER Banca ha ricordato che il risultato del 2018 comprendeva utili non ricorrenti realizzati su titoli di debito.

Il risultato della gestione operativa è stato pari a 572 milioni di euro, mentre il margine di interesse si è attestato a 862,09 milioni.

 

A fine settembre i crediti alla clientela, al netto delle rettifiche di valore, ammontavano a 52,5 miliardi di euro. Alla stessa data i crediti deteriorati netti (sofferenze, inadempienze probabili e scaduti) erano pari a 3,2 miliardi di euro, in diminuzione dell’1,5% rispetto al dato di inizio 2019, con un coverage ratio complessivo pari al 63,7%.

Sempre a fine settembre il Common Equity Tier 1 era pari al 14,24% (includendo il badwill provvisorio derivante dall’acquisizione di Unipol Banca, pari a circa 354 milioni di euro), rispetto al 14,27% di inizio anno, sulla base di un patrimonio netto pari a 5,2 miliardi di euro. Escludendo questa voce il Common Equity Tier 1 ratio Phased in si ridetermina al 13,23%, ampiamente superiore al requisito SREP fissato dalla BCE al 9% per il 2019. L’indice calcolato in regime di piena applicazione è pari al 12,36% (12,33% al 30 giugno 2019 e 11,95% al 31 dicembre 2018).

Alla stessa data i titoli di debito erano pari a 17,8 miliardi di euro; di questi, 8,2 miliardi erano riferiti a titoli governativi (6,4 miliardi di euro rappresentati da titoli di Stato italiani).

 

Il management di BPER Banca ha segnalato che nell’ultima parte dell’anno i ricavi sono attesi in sostanziale tenuta supportati, in particolare, dalla componente commissionale relativa ai comparti dell’asset management e Bancassurance. Inoltre, i costi della gestione accoglieranno sia gli oneri legati alla manovra del personale a seguito della chiusura dell’accordo sindacale siglato a fine ottobre sia i costi non ricorrenti sostenuti per l’integrazione di Unipol Banca.

Inoltre, il CdA di BPER Banca ha deliberato di esercitare la delega concernente un aumento del capitale a pagamento nel contesto delle deliberazioni inerenti l’Offerta Pubblica di Scambio su azioni di risparmio del Banco di Sardegna. Nell'ambito dell'operazione saranno emesse massime 7.883.368 azioni ordinarie BPER Banca, al prezzo unitario di 3,53 euro.

 

Nel corso della conference call a commento dei risultati trimestrali, l'amministratore delegato di BPER Banca, Alessandro Vandelli, ha anticipato che a fine anno il CET1 ratio (in regime di piena applicazione) dovrebbe attestarsi al 12%. Il manager ha confermato che questo parametro dovrebbe migliorare nei prossimi esercizi, per arrivare al 12,5% a fine 2021.

Alessandro Vandelli ha ribadito che non c'è alcun interesse per la vendita di Arca, nonostante le avances di alcuni fondi di private equity.

Tutte le ultime su: bper banca , terzo trimestre 2019
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »